Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Progetto "Resil", a Spoltore il bando per contrastare l’esclusione sociale e la povertà

Gli interessati possono presentare la relativa richiesta entro il 27 maggio 2016

Condividi su:

Il Comune di Spoltore indice un bando per la formazione di una graduatoria per l’accesso ai redditi di inserimento lavorativo, previsti nel progetto ‘Resil’.

Gli interessati possono presentare la relativa richiesta entro il 27 maggio 2016, allo sportello dedicato, aperto dalle ore 9.30 alle 12.30, nei giorni: martedì, mercoledì e giovedì, e anche dalle ore 15.30 alle 17.30 il martedì e il giovedì. Lo fa sapere il Vice Sindaco e Assessore alle Politiche Sociali Carlo Cacciatore, che spiega:

“L’obiettivo è quello di contrastare l’esclusione sociale e la povertà attraverso i cosiddetti redditi di inserimento, quindi con l’attivazione di prestazioni volontarie di utilità sociale da rendere presso ditte o strutture commerciali del territorio o presso il Comune di Spoltore”.


Destinatari degli interventi previsti dal progetto ‘Resil’ sono: i giovani in situazioni di disagio, le persone senza fissa dimora, i soggetti che vivono in condizioni di povertà estrema o i cittadini che si trovano in particolari condizioni socio-economiche precarie, gli ex detenuti, i disabili fisici e psico-fisici con adeguata certificazione medica, gli immigrati o i comunitari con permesso di soggiorno, gli utenti seguiti dal Sert, dal servizio Alcologia e le persone vittime di altre dipendenze. Per avere accesso agli interventi bisogna essere residenti nel Comune di Spoltore.


“Il reinserimento di persone svantaggiate e fragili nella vita attiva di una comunità è una misura molto importante che arricchisce l’intera collettività” - ha sottolineato il Sindaco Luciano Di Lorito.


Le richieste pervenute allo sportello saranno inserite in apposita graduatoria, che verrà poi aggiornata a settembre sulla base delle richieste pervenute dopo il 27 maggio e non oltre il 31 agosto 2016. Gli inserimenti verranno effettuati sulla base dei fondi disponibili per l’anno 2016 e, in ogni caso, saranno preceduti da una serie di controlli circa la permanenza dei requisiti che ne hanno determinato l’inserimento nella posizione in graduatoria utile all’ottenimento del beneficio.
 

Condividi su:

Seguici su Facebook