Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

I piccoli di Pianella a lezione di storia locale, in visita al centro storico

Condividi su:

E’ stato avviato il progetto per far conoscere ai più piccoli il centro storico vestino ed alcune peculiarità del territorio.

Si tratta di una iniziativa promossa dall’amministrazione comunale, e curata dal Responsabile dell’ufficio staff del sindaco, in collaborazione con l’istituto comprensivo scolastico “Papa Giovanni XXIII” e che vedrà coinvolti tantissimi piccoli turisti, 17 sezioni per circa 400 alunni, della scuola dell’infanzia e di quella primaria, unitamente agli insegnanti che hanno subito recepito la proposta.

La visita vede come punto di partenza il palazzo municipale, già convento dei frati domenicani, per poi proseguire nell’antico frantoio D’Annibale fino a giungere presso il Palazzo della Cultura dove, oltre alla biblioteca, è presente una raccolta di pagine pianellesi curata dalla prof.ssa Mira Cancelli, la sede dell’olio dop aprutino-pescarese presieduta da Silvano Ferri e il museo dell’artigianato ceramico abruzzese diretto da Diego Troiano. In futuro potrebbero essere proposte iniziative similari per apprezzare ai più piccoli le altre ricchezze di Pianella, a partire dalle numerose Chiese e dei tesori che in esse sono custoditi.

"Si tratta di una iniziativa che mira a far apprezzare ai nostri bambini le ricchezze che ci sono state tramandate dai nostri avi - afferma il sindaco Sandro Marinelli - al fine di stimolare in loro l’interesse per la storia locale e la tutela del nostro patrimonio. Cerchiamo continuamente di coinvolgere quanto più possibile i più piccoli per contribuire a formare i cittadini di domani, che possono sviluppare senso civico ed amore per il territorio proprio partendo dalla consapevolezza della memoria storica. Ringraziamo, conclude il primo cittadino, la Preside Prof.ssa Paolini e la referente del progetto Milena Di Gregorio che hanno favorito la stesura di un calendario per garantire la partecipazione di tutti gli alunni.”

Condividi su:

Seguici su Facebook