Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Home Care Premium: Cepagatti aderisce al progetto di assistenza domiciliare

Il Comune fa parte dell’ambito territoriale sociale 33

Redazione
Condividi su:

Il Comune di Cepagatti  aderisce al progetto Home Care Premium; l'incontro formativo sul progetto ci sarà il 26 aprile dalle 17 alle 18 presso l'Ente.

Si tratta di un’iniziativa promossa e finanziata dall’INPS Gestione Pubblica finalizzata all’assistenza domiciliare per persone non autosufficienti.

Il progetto ha lo scopo di sostenere e definire interventi diretti assistenziali in denaro o natura e di supportare gli utenti nell’affrontare, risolvere e gestire le difficoltà connesse allo status di non auto sufficienza proprio o dei propri familiari.

Ai beneficiari l’INPS riconoscerà una somma mensile per sostenere la spesa di un assistente familiare (per aiuto alle faccende quotidiane, mantenimento dell’igiene personale e della casa, ecc.) con regolare rapporto di lavoro. L’istituto riconosce ai beneficiari un contributo attraverso la fornitura di servizi e supporti (servizi professionali domiciliari, servizi e strutture a carattere extra-domiciliare, sollievo, supporti materiali, percorsi di integrazione scolastica e di educativa domiciliare, ecc.).

Per ogni beneficiario viene predisposto un programma assistenziale, concordato con il beneficiario stesso, i suoi familiari e l’Assistente Sociale referente del progetto, eventuali figure mediche e giuridiche di sostegno alla persona non auto sufficiente. Possono aderire soggetti dipendenti e pensionati pubblici utenti della gestione Ex Inpdap, i loro coniugi conviventi e i loro familiari di primo grado, i non auto sufficienti residenti in uno dei Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale 33.

La non autosufficienza non richiede necessariamente un’invalidità certificata o una riconosciuta indennità di accompagnamento, se non in caso di beneficiari minori (ex legge 104/1992 o diagnosi di DSA ex legge 170/2010).

Appartengono alla categoria della Gestione Ex Inpdap: dipendenti Pubblica Istruzione (insegnanti, collaboratori scolastici, impiegati amministrativi scolastici); dipendenti Enti Locali (Comuni, Provincie, Regioni, Asl, Ministero, Enti Ospedalieri, ecc.); dipendenti Forze Armate (Esercito, Aeronautica, Marina, Polizia, Polizia Penitenziaria, Carabinieri, Vigili del Fuoco, Guardia di Finanza, Guardia Forestale).

Come si può aderire?

La domanda, previa iscrizione alla banca dati INPS e possesso di PIN, a cura del soggetto non autosufficiente, familiare, amministratore di sostegno o soggetto proponente, deve essere presentata esclusivamente per via telematica accedendo alla home page del sito istituzionale www.inps.it oppure direttamente presso lo Sportello Sociale di Informazione Home Care Premium dell’Ambito Sociale 33 presso il Comune di Città Sant’Angelo. Il richiedente, all’atto della presentazione della domanda, deve aver presentato una Dichiarazione Sostitutiva Unica finalizzata all’acquisizione della certificazione ISEE sociosanitario riferita al nucleo familiare in cui è inserito il beneficiario.

Quali sono i Comuni dell’ambito territoriale sociale 33?

Cappelle sul Tavo, Cepagatti, Città Sant’Angelo, Elice, Moscufo, Nocciano, Pianella e Spoltore. L’Ambito Territoriale Sociale 33 ha predisposto per tutta la durata del progetto uno Sportello Sociale di Informazione dedicato alle tematiche e problematiche inerenti la non autosufficienza propria e dei familiari. I referenti del progetto sono la Dr.ssa Simona Sardini Di Febo Responsabile Ufficio di Piano, Dr.ssa Valentina Musa Sociologa - Mediatrice dei conflitti Sportello Sociale di Informazione HCP e la Dr.ssa Sara Lalli Assistente sociale Case Manager HCP, la Dr.ssa Luciana Antonacci Amministrativa Progetto HCP.

Condividi su:

Seguici su Facebook