Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

“Comuni Ricicloni D’Abruzzo”, grande soddisfazione per l'impegno di Moscufo

Condividi su:

Grande soddisfazione per il Comune di Moscufo, premiato da Legambiente nell’ambito della manifestazione “Comuni Ricicloni D’Abruzzo”, edizione 2016, svoltasi presso la sede della Provincia di Pescara.

L’evento, organizzato proprio da Legambiente, ha visto la presenza della responsabile nazionale Laura Brambilla e del Presidente Regionale Giuseppe Di Marco.

Il servizio “porta a porta”, attivato il 01 luglio del 2013, ha da subito dato ottimi risultati, sia in termini percentuali e sia in relazione alla qualità dei rifiuti che, perfettamente differenziati e con uno scarto prossimo allo zero, dimostrano come i cittadini abbiano ben compreso la corretta pratica della raccolta differenziata.

“L’intera comunità moscufese ha dimostrato grande maturità nel dividere le diverse tipologie dei rifiuti - afferma Nobilio Antonio, delegato all’igiene urbana del comune di Moscufo - e questo premio ci gratifica per gli sforzi iniziali compiuti. Naturalmente non vogliamo fermarci qui. Il primo step lo abbiamo superato e il passo successivo sarà quello della riduzione della quantità dei rifiuti prodotti, soprattutto per ciò che concerne il secco residuo. Il parametro fissato da Legambiente, pari a 75 kg/annui di rifiuti indifferenziati per abitante ci deve spronare a capire che si può fare ancora meglio. Ringrazio Legambiente per il lavoro che svolge a difesa e tutela dell’ambiente che ci circonda e per l’attenzione che da anni riserva ad un settore, come quello dei rifiuti, che in passato ha comportato solo danni, sia economici che alla salute".

Anche il Sindaco Alberico Ambrosini si ritiene molto soddisfatto del lavoro svolto fino ad oggi e gratificato del riconoscimento ottenuto:

“abbiamo imparato a differenziare, ora vogliamo ridurre, riutilizzare, e tutto per avere un ambiente più sano. Intanto vogliamo goderci questo bel premio, frutto dell’impegno messo in campo dall’intera popolazione, arrivato proprio a ridosso del Natale, come un regalo da mettere sotto l’albero.” 

Condividi su:

Seguici su Facebook