Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Pianella. "Project Financing", l'amministrazione risponde alle affermazione rese note in conferenza stampa

“Ma quali aumenti, i cittadini risparmiano fino a 600 euro per ogni funerale.”

Condividi su:

In replica alle affermazioni rese nel corso di una conferenza stampa tenutasi alla Provincia sull’argomento del Project Financing, interviene con una nota l’amministrazione comunale.


“Inizia finalmente ad apparire evidente la matrice essenzialmente speculativa che anima e sponsorizza la protesta contro il Project Financing di Pianella, poiché – afferma il sindaco Sandro Marinelli – l’innovativa procedura che ha consentito all’amministrazione comunale di convenzionare delle imprese di servizi funebri, garantendo la possibilità di ottenere un funerale standard al prezzo di € 2.000,00, che, sommato anche alla tariffa più elevata vigente per il servizio cimiteriale (tumulazione, o altro), comporta sempre un considerevole risparmio rispetto ai precedenti prezzi locali, ha messo a nudo un cartello che imponeva un prezzo per i funerali a Pianella superiore di mille euro a quello di mercato. La prova inconfutabile risiede proprio nella mancata  adesione delle imprese che protestano alla convenzione a prezzi agevolati”.

“Aspettiamo con ansia, quindi, benché appaia del tutto improbabile, di essere convocati dalle varie autorità di controllo, alle quali potremmo illustrare in dettaglio tutte le vicende che nel recente passato hanno visto il mancato rispetto delle leggi in tema di servizi funebri e cimiteriali e la totale incapacità, di chi oggi si lamenta, di affrontare e risolvere i problemi dei cimiteri quando era al governo".


Il sindaco interviene anche sulle comparazioni che indicano comuni limitrofi con tariffe inferiori:

“La gara pubblica per la gestione ha dei parametri finanziari fissi che devono coprire gli ingenti costi di gestione di ben tre cimiteri, dimensionando le tariffe su un numero di decessi invece molto basso; solo chi non conosce l’aritmetica e le procedure di gara può comparare la realtà di Pianella con comuni che hanno un solo cimitero e il triplo degli abitanti, quindi con spese inferiori di due terzi e numeri di decessi (incassi) 3 volte maggiori".

“Continueremo a fare gli interessi dei cittadini - conclude il sindaco - mettendoli nella condizione, finalmente dopo decenni, di scegliere, di risparmiare e di avere servizi moderni ed efficienti senza incremento di costi che, invece, prima andavano evidentemente ad alimentare in maniera abnorme la marginalità di alcune imprese funebri. Che le stesse imprese si lamentino e annuncino proteste e ricorsi è assolutamente chiaro e legittimo, mentre del tutto oscuro appare il ruolo di alcuni consiglieri comunali che, invece di rassegnarsi all’inevitabile tramonto della trentennale parabola politica e lasciare alle nuove generazioni il dovuto spazio, continuano a cercare visibilità facendosi tutori di interessi di pochi a scapito della generalità".

Condividi su:

Seguici su Facebook