Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Donato Ronci sfida il Chieti Torre Alex, "per il campionato ci siamo anche noi"

Condividi su:

Lo Spoltore dopo il passo falso casalingo con il Casolana espugna il Comunale di Ortona al termine di una splendida gara disputata dagli uomini di Donato Ronci. Gli spoltoresi  comandano il gioco fin dalle prime battute di gioco e non rischiano di fatto mai nulla. Un risultato rotondo che permette al club di Sabatino Pompa di posizionarsi alle spalle del lanciatissimo Chieti Torre Alex. 

Tre vittorie su tre fuori casa per Pavese e compagni, mentre il punto debole sembra essere il campo "amico", il neutro di Scafa dove in tre gare hanno raccolto appena cinque punti su nove disponibili. 

Tra le fila degli ortonesi due ex protagonisti della splendida vittoria dello scorso campionato: Matteo Masciovecchio e Stefano Fedele. Le prime emozioni dell'incontro tra il decimo e il dodicesimo minuto con due tiri da fuori di D'Intino e Grassi, il primo bloccato dall'estremo difensore, il secondo fuori di poco. Al ventesimo minuto splendido cross di Grassi che non viene trattenuto da Ciccotelli, la palla finisce sui piedi di Pompa che batte a botta sicura ma Grossi respinge  sulla linea, la palla finisce sulla testa di  Petre che che manca di poco il bersaglio di poco. Nella ripresa gli spoltoresi entrano in campo con un piglio diverso determinati a chiuere il match.

Al primo minuto Ewanisha recupera un bel pallone, triangola con Sborgia e mette un cross a centro area per bomber Petre che di destro insacca. Ottavo minuto lancio di Zanetti per Grassi che mette il pallone all'indietro per Sborgia che calcia con poca convinzione e il pallone viene messo in angolo da Spoltore. All'undicesimo minuto arriva il raddoppio con una splendida azione corale degli ospiti: lancio di Di Camillo per Sborgia, appoggio per Petre che fa da sponda per l'accorente Pompa che di sinistro insacca alle spalle dell'incolpevole Ciccotelli. La risposta dei padroni di casa è affidata ad un tiro da fuori area di Dragani che si perde sopra la traversa. Gli spoltoresi chiudono l'incontro al diciassettesimo minuto con un nuovo recupero di Ewanisha che lancia Petre a tu per tu con l'estremo difensore di casa e insacca. Sul finale nuova occasione per gli ospiti con uno cross calibrato di Zanetti per la testa di Sebastianelli con il pallone che esce di fuori poco.

A fine partita raccogliamo le parole dell'allenatore spoltorese che si toglie qualche sassolino dalle scarpe:

Red.: Mister una vittoria che ridà fiducia  all'ambiente dopo il passo falso di domenica scorsa.

DR:"Contentissimo della vittoria, anche se nel  primo tempo eravamo molto contratti, oggi la posta in palio era altissima non potevamo permetterci un altro passo falso. Nella ripresa ci siamo liberati mentalmente e abbiamo giocato in velocità come ho chiesto più volte e in dieci minuti siamo riusciti a  chiudere la partita".

Red.: Il Chieti non perde un colpo ed è in fuga, campionato già chiuso?

DR: I conti si faranno a maggio, non lo dico solo a voi ma soprattutto  ai miei ragazzi. La società ha costruito una squadra con una rosa importantissima, di certo non inferiore a quella del Chieti. In questo momento noi potevamo avere gli stessi punti dei teatini se avessimo giocato quei due incontri che abbiamo pareggiato in casa con una cattiveria agonistica e una determinazione diversa. In quelle due partite abbiamo peccato di presunzione, entrando in campo con l'attegiamento sbagliato, quasi svogliati e questo non va bene.

Red: Giocare lontani da Spoltore di certo non vi aiuta.

DR: Purtroppo sapevamo  che per alcuni mesi avremmo giocato a Scafa. Il Raciti ci penalizza perchè rispetto ad altri campi ha delle dimensioni ridotte, che favorisce chi viene a difendersi, ma questa non deve essere una scusante, abbiamo una rosa all'altezza con importanti mezzi tencici, che non deve temere nulla, bisogna cambiare atteggiamento.

Red: Quei  quattro punti persi in casa fanno male?

DR: No, non fanno male. Quei quattro punti possono essere molti a fine campionato, ma adesso non significano nulla,  sono convinto dei mezzi della mia squadra e con un pizzico di cattiveria in più potevamo essere anche noi a punteggio pieno.

Red: Cos'ha in più il Chieti rispetto a voi?

DR: In questo momento solo la determinazione. Non  voglio nascondermi,  sono convinto che possiamo  lottare per il vertice. Ma questo lo devono capire i miei uomini, la domenica devono scendere in campo motivati al cento per cento e non pensare che questo campionato abbia già un vincitore".

 

Virtus Ortona - Spoltore 0-3 (1' st Petre, 11' st Pompa, 17'st Petre).

Virtus Ortona: Ciccotelli, Pambianco (34 Firmani), Grossi, Giammarino, Spoltore, Masciovecchio ( 57' Valbonesi), Bellè, Fedele, Bernabeo, Nikolli (55'Colesanti), Dragani. A dispozione: D'Argento, Di Muzio,  Di Marzio, Maccarone. All. Domenico Di Trani.

Spoltore Calcio: Proietti, Pompa (72' Lopez), Zanetti, Di Camillo, Verdecchia, Pavese (cap), Grassi (60' Landucci) , Ewanisha, Petre, Sborgia (55' Sebastianelli) , D’Intino.  A disp. D’Andrea, Lecini,Di Francesco, Leporini F. All. Donato Ronci.

Ammoniti: Pompa (S).

Terna arbitrale: Giorgio D’Agnillo di Vasto coadiuvato da Di Pietrantonio di Pescara e Bosco di Lanciano.

(Foto da Pagina Facebook Spoltore Calcio)

Condividi su:

Seguici su Facebook