Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

"Pianella sempre più isolata", l'intervento di Gianni Filippone

Condividi su:

Senza parcheggi, vie di raccordo e circonvallazioni! Era una strada molto utile alla collettività di Pianella!
L’unica circonvallazione distrutta da scelte politiche discutibili e di basso  profilo!

Tutti sanno che lo sviluppo e l’economia di un territorio dipende soprattutto dalla viabilità.
Le passate amministrazioni hanno impiegato, non senza fatica, per circa 10 anni le economie del Comune di Pianella per realizzare una circonvallazione.
Oggi è ridotta a mera “Strada interna per passeggiare soltanto” in un quartiere “in via di sviluppo”, ma senza una visione concreta sul futuro di Pianella e sullo sviluppo urbano e viario del territorio!
A questo si aggiunge la pericolosità del tratto che si innesta sulla Strada Provinciale N° 59 in Via S. Lucia, dove c’è scarsissima visibilità.
La circonvallazione era usata dagli automobilisti tutte le volte che si voleva scavalcare (direzione Pescara-Penne) il centro abitato velocemente, oppure quando si chiudeva il centro abitato per manifestazioni, feste ricorrenti, mercato settimanale o per far passare i mezzi agricoli. 

Le strade comunali della ex circonvallazione di Via Parigi e Via Pagliarone, che sono rimaste a doppio senso risultano larghe 5 m, mentre il proseguimento “Via Rieti” oggi messo a senso unico, ha una larghezza minima  addirittura di 6 m; quindi le giustificazioni pubbliche date dal Sindaco e Ass. ai Lavori Pubblici Antonio Faieta sono palesemente infondate.
Trattasi soltanto di una scelta politica a vantaggio di qualcuno? 

Per migliorare la circonvallazione, l’amministrazione in carica nel 2004 ha fatto eseguire un progetto per mettere in sicurezza le strade comunali di Via Rieti, Via Ancona e Via delle Querce, successivamente riproposto nel 2012 alla Regione Abruzzo, ed è stato concesso alla fine del 2013.
Detto finanziamento è stato preso in quanto in Via delle Querce (Cerratina - Castellana) ci fu un grave  incidente mortale, dopo le relazioni sulla pericolosità sulle tre strade da parte della Polizia Municipale e dei Carabinieri di Pianella
.
Il progetto originario è stato stravolto, i soldi spesi hanno coperto in gran parte interventi inizialmente non previsti in Via Rieti.
L’intervento in Via Rieti serviva per aumentare le larghezze delle carreggiate di marcia a 2,75 m ciascuna, quindi per il doppio senso di marcia a 5,50m, quindi ampiamente realizzabile.

Il Sindaco Sandro Marinelli, con il benestare dell’assessore Antonio Faieta, ha messo il senso unico con il marciapiede in Via Rieti non perché non ci fosse la larghezza idonea per il doppio senso di marcia, ma per loro scelta miope e dannosa per la collettività di Pianella.
Senza una viabilità efficiente non si ottiene lo sviluppo della città!
 

Condividi su:

Seguici su Facebook