Rimani sempre aggiornato sulle notizie di collinedoro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

“Amara terra mia” canto della tradizione abruzzese

| di Remo di Leonardo
| Categoria: Musica e Spettacolo | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Remo di Leonardo

Lo sapevate che la celeberrima canzone Amara terra mia pur essendo universalmente conosciuta grazie a Modugno, che la pubblicò nel 1973, non è in realtà una sua canzone originale, ma venne solo arrangiata dallo stesso Modugno? Fu adattata in italiano dalla conduttrice televisiva e radiofonica, paroliera e attrice italiana Enrica Buonaccorti, prendendo spunto da un canto proveniente dalla tradizione popolare abruzzese.

Il brano originale infatti è “Nebbia alla valle”, ma il brano è anche conosciuto come “Addije, addije amore”, e “Casca l'oliva”, titolo che gli aveva dato Giovanna Marini. Inserì la canzone nel suo spettacolo "Bella ciao" nel 1964 e nel suo disco con Maria Teresa Bulciolu Le canzoni di Bella ciao.

Addije, addije amore è pertanto un tradizionale canto popolare abruzzese di un autore sconosciuto: le sue radici risalgono ai primi anni del Novecento e si definì un vero e proprio canto di lavoro abruzzese attribuito alle raccoglitrici di olive della zona della Majella.

Tutta la cultura popolare e le tradizioni dell’Abruzzo sono ricche di racconti di vita vissuti, tramandati di generazione in generazione attraverso l’antica usanza di cantare gli eventi e trasformarli in canzoni.

Dal testo che trovate a fine articolo si comprende come il tema dell’abbandono delle terre da parte dei contadini partiti a cercar fortuna altrove, fosse molto sentito già nella prima metà degli anni Cinquanta, e non poteva certo essere altrimenti in una regione dedita da sempre alla Transumanza e che ha visto intere generazioni di uomini e donne prender la via del mare per andar a cercar fortuna al di là dell’Oceano.

Tornando alla canzone nel 2017 Amara terra mia viene reinterpretata da Ermal Meta, al Festival di Sanremo vincendo il Premio cover. Oggi diverse sono le reinterpretazioni di tanti giovani musicisti abruzzesi intenti a miscelare le nuove sonorità a quelle provenienti dalla tradizione abruzzese.

TESTO ORIGINALE “NEBBI’A A LA VALLE

(Addije, addije amore)

Nebbi’a a la valle e nebbi’a a la muntagne

ne la campagne non ce sta nesciune.

Addije, addije amore

casch’e se coje

la live e casch’a l’albere li foje.

Casche la live e casche le ginestre

casche la live e li frunn ‘e ginestre

Addije, addije amore

casch’e se coje

la live e casch’a l’albere li foje.

 

Per un ascolto delle diverse interpretazioni:

https://youtu.be/vxuhizrQ 4yE/ - https://youtu.be/VHLFdaeFGXA

Sitografia.

http://www.qualcheriga.it/canzone-popolare-abruzzese-addije-addije-amore/

https://www.youtube.com/watch?v=BFksGzdhGTI&ab_channel=DisCantoAbruzzoSongs.

https://eccellenzemeridionali.it/2019/12/17/addije-addije-amore-canto-popolare-abbruzzese-rivisitato-piu-volte-in-chiave-moderna/

Remo di Leonardo

Contatti

redazione@collinedoro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK