Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato? Accedi

Password dimenticata? Recuperala

L'8 marzo a Spoltore con Piera Levi Montalcini, nipote della scienziata Premio Nobel

Condividi su:


Spoltore dedicherà a Rita Levi-Montalcini la Giornata Internazionale della Donna. Dall'8 marzo, infatti, nell'aula magna della scuola media "Dante Alighieri" sarà allestita la mostra intitolata "Immagini Private", organizzata insieme all'Associazione Rita Levi-Montalcini: per l'inaugurazione, alle ore 11, è attesa anche Piera Levi-Montalcini, nipote della scienziata premio Nobel e presidente dell'Associazione.

Piera, laureata in ingegneria elettronica e fondatrice di un'azienda dedicata al controllo numerico per l'automazione industriale, converserà con gli studenti sulla zia Rita e sul percorso di vita di altri familiari.

La mostra "Immagini Private" presenta infatti attraverso una serie di foto le tante figure di spicco della famiglia Levi-Montalcini, dall'ambito scientifico a quello artistico: Rita era infatti la figlia della pittrice Adele Montalcini e dell'ingegnere elettrotecnico Adamo Levi. Vanno ricordati anche i fratelli di Rita: Luigi Levi-Montalcini, papà di Piera e architetto razionalista tra i grandi del '900, e la gemella Paola, apprezzata pittrice.

Una storia che si intreccia ai grandi drammi del secolo scorso, e in particolare alle persecuzioni razziali del periodo fascista.

"Dobbiamo dare la giusta importanza alla giornata internazionale della donna" ricorda il sindaco Luciano Di Lorito.

"Credo di non ci fosse modo migliore che ospitare una donna come Piera e parlare ai nostri studenti della famiglia Levi-Montalcini, con particolare attenzione ovviamente per Rita."

"Abbiamo scelto Rita Levi-Montalcini - aggiunge il consigliere Francesca Sborgia - perché rappresenta un esempio, non solo per il suo contributo alla scienza, ma per la sua umanità, la passione civile, l'impegno politico e sociale."


"Immagini Private" è stata esposta per la prima volta l'anno scorso a Israele, in occasione dei trent'anni dal Premio Nobel e della nascita di un premio scientifico dedicato alla neurologa italiana. La mostra resterà aperta fino al 12 marzo.

Condividi su:

Seguici su Facebook