Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

L'emergenza olio protagonista della sesta edizione del ‘San Martino dei Briganti’

Condividi su:

Sarà l’emergenza olio, che ha segnato il raccolto 2016, protagonista domani, venerdì 11 novembre, a partire dalle ore 16, della sesta edizione del ‘San Martino dei Briganti’ organizzato dall’Associazione Fontevecchia al Borgo Case Troiano.

A spiegare le ragioni e le problematiche che quest’anno hanno determinato l’assenza di olio nuovo in quasi tutta la provincia pescarese, e il tema dell’olio dop e dei trattamenti effettuati sulle piante, sarà Marino Giorgetti, massima autorità nel campo dell’analisi sensoriale del cosiddetto ‘oro verde’, e sempre Giorgetti comunque guiderà i presenti nell’assaggio dei campioni di olio che pure verranno portati nel corso dell’evento per insegnare come riconoscere un prodotto di ottima qualità da uno di qualità scarsa.

“L’evento coincide con un momento molto delicato per il settore – ha spiegato il presidente dell’Associazione Luciano Troiano -. La nostra provincia aveva appena superato una stagione 2014 estremamente difficile, in cui la produzione dell’olio è stata sostanzialmente azzerata dall’invasione della mosca dell’olio. La stagione 2015, al contrario è andata benissimo, in termini di raccolta e di produzione dell’olio, ma quest’anno siamo ripiombati nell’incubo della mosca che di nuovo ha azzerato la produzione in quasi tutta la nostra provincia, creando molte difficoltà all’intero settore, che oggi guarda con grande preoccupazione al futuro, perché è evidente che a questo punto dovremo fare i conti con tale emergenza cercando di individuare con gli esperti del settore i possibili strumenti per contrastare la presenza devastante dell’insetto. Strumenti che pure devono essere compatibili con il prodotto dop, ciò significa che non possiamo affidarci semplicemente ai presunti ‘trattamenti’, ma dobbiamo sempre preservare la qualità e la genuinità del prodotto extra vergine d’oliva".

"Ecco allora - prosegue - che diventa fondamentale formare il cittadino-consumatore, ovvero dargli quegli strumenti che gli consentano, quando si reca in un frantoio ad acquistare un prodotto, o quando compera una bottiglia d’olio al supermercato, a riconoscere se l’etichetta rispetta o meno la qualità del contenuto, partendo sempre da un presupposto, ossia che prezzi troppo bassi per un extravergine d’oliva comunque devono suscitare sospetti. Domani sarà proprio Marino Giorgetti, autorità istituzionalmente riconosciuta nel settore, a spiegare come difenderci dalla mosca dell’olio e come riconoscere un olio buono da uno di cattiva qualità. Per la nostra Associazione si tratta ormai di una presenza fissa in occasione della celebrazione del San Martino: Giorgetti proporrà l’assaggio di diversi tipi di olio, distinti per cultivar e tipo di lavorazione, ossia se le olive hanno avuto la spremitura a freddo, quella tradizionale con le presse, oppure se sono state lavorate negli impianti della ‘continua’, e illustrerà ai cittadini come difendersi dalle contraffazioni. E per l’occasione, in collaborazione con l’Associazione Canabruzzo, offriremo anche un saggio di degustazione di olio di canapa”.

Ma, come nella migliore delle tradizioni, anche l’edizione 2016 del San Martino avrà diversi momenti culturali: alle 16, dopo un breve Laboratorio sui Dolci di San Martino, con preparazione delle rivotiche, de li sgajuzze, pizza di granturco con fagioli, e del dolce di San Martino con mosto cotto e monetine beneauguranti, si svolgerà la processione per San Martino che partirà dall’altare devozionale allestito nel Borgo cui seguirà la celebrazione di una Santa Messa in rito latino a cura dell’Associazione ‘Beato Marco d’Aviano’ nella chiesa della Santissima Trinità. Subito dopo benedizione dei cesti votivi e della Cornucopia con il racconto della vita di San Martino e delle Leggende abruzzesi sul santo, e la presentazione del volume ‘Briganti e Brigantesse d’Abruzzo’ di Mario Cimini, docente universitario. Quindi spazio a Marino Giorgetti, cui seguiranno le musiche e i canti popolari con zampogne e ciaramelle de I Gigli d’Abruzzo e con la partecipazione del campione mondiale di organetto e ddu’ bbotte Luca Castiglioni. Nel frattempo la persona più anziana presente all’evento avrà il compito di rompere la cornucopia che verrà distribuita ai presenti, gratuitamente, con un assaggio di tutte le pietanze preparate durante il Laboratorio, svelando il significato dei cibi offerti, legati alla tradizione contadina.

Condividi su:

Seguici su Facebook