Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Legittima difesa, a Moscufo il cittadino chiesto di saperne di più autonomamente

Poca l'informazione sulla legittima difesa e così il cittadino di Moscufo ha raccolto dati

Condividi su:

Su 3300 abitanti, sono stati in 160 circa a firmare per la legittima difesa presso il Comune di Moscufo. 

A poche ore dalla scadenza dei termini per porre la firma sulla proposta di legge di iniziativa popolare per la tutela del domicilio e la difesa legittima, sui comuni del pescarese si fa un bilancio anche su quelle che sono le reali esigenze dei cittadini, come nel caso di Moscufo che ha visto un'affluenza non del tutto inaspettata:

"il comune, infatti - come ha spiegato il sindaco Alberico Ambrosini - ha rilevato nel corso del tempo dei furti, soprattutto nelle zone di campagna, che però non hanno mai generato una forma di allarmismo eccessivo".

In alcuni dei comuni limitrofi, per esempio nel comune di Spoltore, i furti hanno esasperato la popolazione.

"Sicuramente - spiega il sindaco Ambrosini - neanche il nostro territorio è esente da questo tipo di realtà delicata, però bisogna tenere presente un dato fondamentale: solitamente quando si parla di un'iniziativa che coinvolge il cittadino, non mancano incontri, banchetti informativi per spiegare di cosa si tratta; in questo caso invece è stato il cittadino di Moscufo ad informarsi autonomamente sulla possibilità di raccogliere le firme sulla legittima difesa".

ll dato ricevuto, dunque, sembrerebbe essere frutto di uno spontaneo interesse da parte del cittadino che vuole tutelare maggiormente se stesso e la propria famiglia, soprattutto nel corso del tempo.

Condividi su:

Seguici su Facebook