Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

COLLECORVINO RICORDA LE FORZE ARMATE E I CADUTI DELLE GUERRE NEI FESTEGGIAMENTI DEL 4 NOVEMBRE.

Condividi su:

Si è svolta questa mattina, nel centro storico di Collecorvino, la celebrazione del “Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate”; ricorrenza che quest’anno riveste un particolare significato in quanto coincide con il centenario della fine della prima guerra mondiale “1918-2018”.

Con la partecipazione del Sindaco di Collecorvino Antonio Zaffiri, neo presidente della provincia di Pescara, si è reso omaggio ai caduti militari e civili che videro la loro vita spezzata per la liberazione di Trento e Trieste dal dominio Asburgico. Lo spirito della festa così come in ambito nazionale è stato anche motivo per elogiare tutte le forze armate che con la loro opera testimoniano di essere la spina dorsale del nostro Paese.

Alla presenza delle autorità civili, militari e religiose, Antonio Zaffiri alla sua prima uscita ufficiale in qualità di Presidente della Provincia di Pescara, accompagnato dalle musiche dell’ “Inno di Mameli” e da “Il Piave mormorava” eseguite dalla Banda Musicale IVO PADULA di Collecorvino, ha deposto,  una prima corona in alloro presso il monumento ai caduti delle guerre e successivamente un’altra presso “Piazza Caduti di Nassirya” ove sono stati ricordati i 12 carabinieri, 5 militari e 2 civili, tutti italiani, caduti nell’attentato terroristico del 12 novembre 2003 a Nassirya in Iraq.

Il Presidente della locale Pro Loco, Fabio Chiavaroli, ha speso parole in ricordo del Maggiore Alboino De Iuliis, di origini corvinesi, già insignito della medaglia d’oro al valore militare conferitagli alla memoria per il fiero esempio di doti militari e senso del dovere, il quale ha immolato la propria vita alla patria durante uno scontro a fuoco avvenuto a Trento il 9 Settembre 1943, giorno successivo alla firma dell’armistizio.

 

Foto fornite da Lorenzo D'Onofrio

Condividi su:

Seguici su Facebook