Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato? Accedi

Password dimenticata? Recuperala

Progetto industriale proposto dal Gruppo bancario Iccrea, incontro con Bcc Abruzzo e Molise

Redazione
Condividi su:

Il Gruppo bancario Iccrea ha incontrato a Pescara le banche di Credito Cooperativo dell'Abruzzo e del Molise, in un meeting organizzato insieme con la Federazione locale delle Bcc.

Durante l'incontro, che ha visto partecipare presidenti, direttori generali e amministratori delle banche di Credito Cooperativo aderenti alla federazione, il presidente del gruppo Iccrea, Giulio Magagni, il direttore generale, Leonardo Rubattu, e il vicedirettore generale Giovanni Boccuzzi, hanno illustrato il piano industriale in dettaglio, già validato dalla Banca Centrale Europea a marzo 2016, relativo alla creazione del Gruppo bancario Cooperativo.

Il piano, fondato su una logica inclusiva, manifesta la piu' ampia apertura a tutte le componenti del Credito Cooperativo e fornisce, inoltre, risposte alle molte domande che le Bcc si sono poste sulle implicazioni che l'adesione al Gruppo bancario Cooperativo avrà sull'esercizio della loro autonomia gestionale, sull'utilizzo del patrimonio, sul modello di direzione e coordinamento risk-based, sul sistema di garanzie incrociate e sul funzionamento operativo del costituendo Gruppo bancario Cooperativo.

"Questo incontro con i vertici del Gruppo Bancario - ha spiegato il presidente della Federazione, Alfredo Savini - e' di fondamentale interesse per il Credito Cooperativo abruzzese e molisano in quanto finalizzato alla conoscenza delle linee del futuro assetto del Credito Cooperativo Italiano. D'altronde questo interesse e' testimoniato dall'ampia partecipazione da parte delle Bcc Associate le quali da tempo si sono espresse per un Gruppo Unico e, quindi, per un progetto che valorizzi le eccellenze di tutte le componenti del nostro Sistema. Sono convinto che in futuro avremo un Credito Cooperativo piu' forte, piu' coeso, mantenendo, nel contempo, la peculiarita' di Banche del territorio vicine ai nostri soci e clienti".

Per Magagni "il progetto industriale proposto dal Gruppo bancario Iccrea è patrimonio di tutte le Bcc".

"E' perfettamente in linea con il disposto normativo in fase di finalizzazione - ha aggiunto - e rappresenta il punto di equilibrio tra prerogative della Capogruppo e autonomia delle Bcc-CR nella  gestione dei rapporti con il cliente. Il Gruppo bancario Iccrea ha gia' tutti i requisiti, non solo finanziari ma anche organizzativi e infrastrutturali, per proporsi come organismo centrale del Gruppo bancario cooperativo. La riforma rappresenta una grande opportunita' per le Banche di territorio: mi auguro che arriveremo uniti alla meta".

Quello a Pescara è stato l'ottavo incontro, dopo le riunioni di Salerno, Bologna, Catania, Firenze, Roma, Milano e Ancona di una serie che portera' il Gruppo bancario Iccrea, in collaborazione con le Federazioni, a presentare il progetto alle Bcc-CR. La prossima tappa a Padova e' in programma oggi. 

Condividi su:

Seguici su Facebook