Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Qualità della vita: a Spoltore si lavora per una città sempre più sostenibile

Nei prossimi giorni partiranno dei controlli a tappeto per frenare gli scarichi abusivi

Condividi su:

L’Amministrazione comunale di Spoltore sta lavorando per innalzare la qualità della vita, attraverso azioni di tutela dell’ambiente circostante e la promozione di interventi innovativi per l’uso delle energie rinnovabili. Basti pensare, ad esempio, all’utilizzo di materiali nuovi e a basso impatto ambientale utilizzati per la ristrutturazione di alcune scuole della città, come la media ‘Dante Alighieri’, che riaprirà a settembre 2016, e la scuola dell’Infanzia di Via Saline ‘Rita Levi Montalcini’, consegnata alla comunità l’11 gennaio scorso.

Per quanto riguarda la qualità dell’aria, inoltre, c’è stata una drastica riduzione dell’inquinamento atmosferico. I superamenti delle polveri sottili sono passati dai 115 nel 2012 a 14 a fine anno 2015 e nel primo periodo del 2016, precisamente, dal 1 gennaio al 19 febbraio, è stato registrato un solo superamento.

Come ha sottolineato il sindaco Luciano Di Lorito:

“Il nostro obiettivo è quello di rendere Spoltore una città sempre più sostenibile, al passo con le moderne città europee. Valorizzare il territorio significa anche preservare l’ambiente. Non è un caso se molte persone stanno abbandonando le città vicine, per venire a vivere a Spoltore. La raccolta differenziata porta a porta, attiva dal 1 marzo 2013, continua a dare buoni frutti, superando il 70%. Quest’anno abbiamo intenzione di incrementare ulteriormente questo risultato”.

In prima linea anche per cercare di contrastare il fenomeno dell’inquinamento delle acque del fiume Pescara.

“Un’emergenza da fronteggiare tempestivamente -ha aggiunto - infatti nei prossimi giorni partiranno dei controlli a tappeto, per frenare gli scarichi abusivi, così come concordato con la Polizia Provinciale. Inoltre, su nostra sollecitazione, saranno avviati a breve i lavori di completamento della rete fognaria in alcuni tratti del territorio, per consentire la depurazione delle acque reflue, e i lavori di disinquinamento del fiume Pescara da parte dell’Aca”.
 

Condividi su:

Seguici su Facebook