Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il Palio delle Pupe a Cappelle sul Tavo, importanti novità per l'edizione 2017

Condividi su:

L'estate è alle porte e dunque a Cappelle sul Tavo si inizia a pensare all'appuntamento più atteso dell'anno, ma per l'edizione 2017 è possibile già preannunciare un'importante novità relativa all'organizzazione stessa del famosissimo Palio delle Pupe.

Ad organizzare infatti il 42esimo Palio sarà la giovanissima 'new entry', ossia l'associazione Pro Val Tavo, che si appresta ad incontrare i capi contrada per dare il via ai lavori. La Pro Val Tavo, come molti ricorderanno, ha approfittato delle feste natalizie per presentare il primo di una lunga serie di eventi che hanno lo scopo di dare spazio al territorio ed aiutare Cappelle sul Tavo a conservare le sue tradizioni pur concedendo ad esse un tocco di sana e giovanile freschezza.

E proprio con un attento rispetto della tradizione l'associzione s'impegnerà a far luce sul Palio, regalando all'appuntamento novità importanti che potranno essere riscontrate 'in itinere'.

A dare delucidazioni è il giovanissimo presidente Pro Val Tavo, Paride Di Febo il quale spiega: 

"Noi siamo onorati di essere stati delegati all'organizzazione del 42esimo Palio delle Pupe, ringraziamo l'amministrazione comunale che ci ha dato questa possibilità poichè crede in noi".

"Rappresentiamo un'associazione neonata che a meno di un anno dalla sua nascita cerca già di organizzare una delle manifestazioni più antiche della provincia di Pescara - continua il presidente - il nostro intento è quello di coinvolgere  cittadini e 'contradaioli' per far si che questo evento possa avere un positivo riscontro ma soprattutto ci auguriamo che il Palio possa tornare il fiore all'occhiello di Cappelle sul Tavo. In più vogliamo creare una serie di eventi che vadano a valorizzare lo stesso Palio, introducendo anche delle novità ".

"Abbiamo, come associazione, una grande responsabilità perchè tutti si aspettano da noi il massimo ma siamo tutti giovani e volenterosi, quindi abbiamo proprio il desiderio di portare innovazione ma vorrei sottolineare che tutto ciò lo vogliamo fare con umiltà solo con l'intento di portare prestigio alla manifestazione" - conclude Di Febo. 

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook