Rimani sempre aggiornato sulle notizie di collinedoro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Adugna non si ferma più, l'atleta etiope vince anche la "Su e Giù per Spoltore"

| di Sara Gerardi
| Categoria: Sport
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

E'l'italo-etiope Binyam Adugna il vincitore della seconda edizione della gara podistica "Su e Giù per Spoltore". Il mezzofondista dell'Atletica Gran Sasso Vomano, ha battuto tutti in volata confermando le straordinarie doti atletiche che lo vogliono uno dei migliori runners d'Abruzzo.

L'evento, organizzato dal Comune di Spoltore, in collaborazione con la Uisp (Unione Italiana Sport per tutti) e Abruzzo Runners, ha visto la partecipazione di oltre 350 iscritti tra bambini, ragazzi e atleti senior, con i partecipanti impegnati su un percorso impervio, con il passaggio nella zona della clinica De Cesaris, nei pressi dell’Arca, in Viale Europa, sulla salita della Pescarina, per poi tornare nel centro urbano, ma reso non facile dal temporale che si è abbattuto sulla città nel pomeriggio. La manifestazione inoltre prevedeva due distinte sfide: la gara competitiva di 10,800 km e la passeggiata non competitiva di 2,5 km.

La corsa ha visto la partecipazione anche delle categorie giovanili divise in tre fasce, dai 0-5-6-9 anni, dai 10-11 anni e per finire dai 12-13-14-15 anni. Per i giovani atleti la gara è iniziata alle 16:30, mentre per gli adulti il via è stato fissato per le 17:30. Tra i partecipanti è stata segnalata anche la presenza del campione Alberico Di Cecco.

L’Assessore allo Sport Loris Masciovecchio ha espresso la sua soddisfazione:


"E' stata una gara dura perché la salita della Pescarina ha impegnato abbastanza gli atleti, è un tratto che per chi non conosce il territorio può tagliare le gambe, e infatti ho visto alcuni atleti molto provati. Anche la pioggia ha rovinato a tratti la manifestazione, ma al contrario per gli atleti è stato un dono dal cielo, a dispetto delle temperature calde di questi giorni. Per quanto mi riguarda, ci tengo a precisare che assieme a una cinquantina di volontari, tra amici, conoscenti, Protezione Civile e Polizia Municipale mi sono messo a disposizione affinché l'evento riuscisse nel migliore dei modi, e li voglio ringraziare perché hanno risposto al mio appello, e inoltre hanno tenuto sotto controllo gli automobilisti contrariati per la chiusura di alcune strade".

"Il risultato più importante quest'oggi - prosegue l'assessore - è stato raggiunto, ossia la città ha risposto alla grande all'iniziativa, e i cittadini hanno recepito il messaggio dell'amministrazione, che non è volto solo a organizzare una gara podistica fine a se stessa, ma bensì di creare aggregazione, fare qualcosa che dia lustro a tutto il paese. Infatti, dopo questa gara alcune attività commerciali della zona e del centro si sono attrezzate con schermi giganti per la visione della partita della nazionale italiana di calcio, ma anche per non fare andare via atleti e accompagnatori, al fine di far conoscere maggiormente la città. Anche gli atleti più giovani hanno risposto alla grande, malgrado hanno corso solo in 60 e per pochi chilometri a causa della pioggia. Spero che la gara di oggi, sia l'inizio di un appuntamento fisso, magari annuale, perché penso che Spoltore meriti una manifestazione del genere. Rispetto a 3 anni fa, dunque nella prima manifestazione, siamo passati dai 500 ai 350 iscritti, ma sono comunque orgoglioso in quanto oggi l'evento era organizzato meglio rispetto al passato, ringrazio Abruzzo Runners per l'impegno profuso".



Anche il presidente dei Pescara Runners, lo spoltorese Domenico D'Onofrio, oggi in veste di speaker della gara esprime la sua soddisfazione:


"E' stata una gara perfetta dal mio punto di vista, le persone hanno risposto alla grande all'appello dell'amministrazione con più di 300 iscrizioni e molti volontari. Io non ho gareggiato, ma il mio gruppo ha ottenuto buoni risultati, arrivando al primo posto come squadra, seguita dai Runners Chieti e dai Tocco Runners. Il mio contributo quest'oggi è stato come aiutante, ma ho recepito gli stessi stimoli di quando gareggio. Il percorso collinare era ottimo e anche i punti di ristoro non sono mancati."

Sara Gerardi

Contatti

redazione@collinedoro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK