Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Ironman 70.3. Troppi disagi: il sindaco di Pianella non ci sta, "ottimo evento se però organizzato bene"

Condividi su:

Pescara e lo sport stanno vivendo giorni intensi: dal passaggio in serie A della squadra di calcio all’Ironman 70.3 che sta coinvolgendo gran parte del territorio dal mare alle colline; sembrerebbe un matrimonio perfetto eppure crea, in alcuni casi, non pochi disagi, come per esempio quelli registrati sul territorio di Pianella già nelle scorse edizioni.

“Per l’organizzazione dell’Ironman non viene chiamata la parte politica, viene richiesto un numero di Vigili a disposizione dell’evento e con le difficoltà che abbiamo non è sempre possibile garantirli facilmente; per assicurare qui l’Ironman bisogna rinunciare a due giorni di isola pedonale per esempio. È un grande evento, sacrifici se ne fanno, ma è una pessima organizzazione quella che coinvolge l’Ironman, e a noi non torna nulla ma solo il disagio”.

Così interviene il sindaco di Pianella, Sandro Marinelli, a proposito dell’Ironman, la gara di Triathlon che domani, domenica 12 giugno sarà a Pescara: interesserà anche i territori collinari vicini, limitando il traffico di veicoli su strada ed implicherà anche una serie di provvedimenti non sempre possibili per i Comuni.

Come spiega il sindaco questo evento sportivo è importante e molto interessante, ma va cambiata l’organizzazione in quanto malgrado la sua grande notorietà penalizza, ogni anno, soprattutto quei comuni coinvolti in periferia, quali per esempio lo stesso comune di Pianella, che non ha riscontri reali con questa questa gara, ma solo incombenze.

“Noi veniamo contattati dalla Prefettura per dare l’incarico ai Vigili a spese nostre, nessuno ci interpella invece per studiare a tavolino un piano organizzativo - spiega il sindaco - nessuno di noi viene coinvolto nella fase organizzativa per creare beneficio al territorio e le persone sono anche infastidite da questi disagi”.

“Io sono a favore dell’Ironman - sottolinea il primo cittadino – ma se lo facciamo funzionare davvero, così è solo un disagio inutile. Questo evento ha delle grosse potenzialità ma non siamo in grado di farlo funzionare per incapacità organizzativa, basterebbe strutturarlo meglio ed insieme. Per quest’anno è andata, ma per l’anno prossimo prenderò provvedimenti in merito facendo togliere Pianella dal percorso perché io sono convinto che l’Ironman ha delle qualità interessanti per il territorio però deve essere utile a tutti e quando le persone criticano questo evento sportivo hanno ragione”.

Dunque per quest’anno i pianellesi, dovranno accettare l’Ironman e tutto ciò che l’evento comporta, ma il sindaco è stato molto chiaro: se l’anno prossimo non si mostrerà rispetto nei confronti di Pianella e dei suoi cittadini, i partecipanti dovranno trovare un percorso alternativo perché questo comune ha già dato tanto senza avere nulla in cambio.

Condividi su:

Seguici su Facebook