Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

In gara a Casoli per il 18° Memorial "Padre Giuseppe", la Nuova Spiga Aurea sfiora il primo posto

Condividi su:

"Un risultato ottimo, ottenuto senza non pochi sforzi dai ragazzi, ma che sicuramente ci lascia soddisfatti in questa giornata di festa trascorsa anche allegramente in compagnia, nel nome dell'amicizia e dello sport".

Così il presidente della Nuova Spiga Aurea di Spoltore, Niki Di Nicola, commenta il nuovo traguardo raggiunto a Guarenna di Casoli (Chieti) dai giovani e preparati ciclisti supportati dal grande lavoro del Presidente stesso e dei Direttori sportivi. Presenti oggi 1 maggio 2017, Fabiano Roganti, Marco Perazzetti e Giuseppe Labate. Ha accompagnato i ragazzi, invece, Panfilo Roganti.

In occasione del 18° Memorial "Padre Giuseppe", tenutosi questo pomeriggio, al team spoltorese è stato possibile vantare degli ottimi risultati, malgrado la difficoltà del circuito inasprito da una complessa curva in salita; il caldo poi, con cui ormai bisogna fare i conti naturalmente non ha avvantaggiato i campioni che hanno tenuto bene testa alle avversità.

A partecipare alla gara odierna gli esordienti di primo e secondo anno, divisi in due partenze. Gli esordienti del primo anno in gara Federico Di Mauro e Lorenzo Giansante hanno affrontato 20 chilometri di percorso in un circuito di 2 chilometri ripetuto 10 volte, stesso percorso per gli esordienti di secondo anno che hanno ripetuto i 2 chilometri per 15 volte.

Per il primo anno è stato Di Mauro Federico ad ottenere un sesto posto, mentre per il secondo anno è tornato ad eccellere Simone Roganti dopo una gara molto intensa, seguito al quinto posto da Verzulli Filippo, anche per lui la gara è stata sentita ma ben riuscita.

"I nostri ragazzi si sono impegnati tantissimo anche quest'oggi - ha concluso Fabiano Roganti - indubbiamente nel fare un resoconto della gara abbiamo fatto notare quali aspetti vanno necessariamente migliorati per la prossima competizione e siamo convinti che anche in questo 1 maggio si sono arricchiti con nozioni in più. La competenza cresce di volta in volta ed in fondo anche noi che li seguiamo abbiamo ricevuto il nostro trofeo: i loro sorrisi". 

Anche quest'oggi è stato omaggiato il campione da poco scomparso, Michele Scarponi, con un minuto di silenzio: lo sport non dimentica mai i suoi grandi e devoti campioni. 

Condividi su:

Seguici su Facebook