Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Emergenza pediatra a Cepagatti, genitori costretti a spostarsi altrove

Condividi su:

Le famiglie di Cepagatti fanno i conti con un problema, ossia la carenza di pediatri e dunque per portare i bambini dal dottore sono costrette a spostarsi nei comuni limitrofi.

A dare spazio al caso è l’assessore alla Salute Pubblica, Camillo Sborgia, che ha scritto una lettera al direttore generale della Asl, Armando Mancini.

Cepagatti che ha una popolazione di undici mila abitanti, dal 1°Gennaio 2017 ha dunque a disposizione soltanto due pediatri “massimalisti” ossia massimo 800 pazienti che hanno l’ambulatorio situato all’interno del territorio comunale, i restanti tre pediatri disponibili hanno l’ambulatorio medico ubicati rispettivamente a Pianella e Spoltore.

"Questa situazione - racconta Sborgia - crea disagio ad oltre cinquecento famiglie che devono spostarsi in un altro comune con i proprio bambini piccoli (anche nella stagione invernale) per consultare il proprio pediatra".

Il pediatra può seguire di regola non più di 800 assistiti, ma possono essere concesse deroghe in relazione a particolari situazioni locali, come avviene nel caso in cui in una zona non c’è disponibilità di altri pediatri, oppure quando in una famiglia si aggiunge un nuovo bambino.


"Alla luce di quanto esposto, sarebbe auspicabile che questi ultimi tre professionisti utilizzassero almeno una volta a settimana un ambulatorio medico ubicato nel territorio del comune di Cepagatti o nelle frazioni (Vallemare e Villanova) per venire incontro alle esigenze dei nostri cittadini. In qualità di Assessore alla salute Pubblica sono disponibile ad approfondire e dare una soluzione positiva a questo problema".
 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook