Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato? Accedi

Password dimenticata? Recuperala

Bando regionale per ammodernamento frantoi e migliorare qualità olio d’oliva

Contributo massimo concedibile pari a 130 mila euro, scadenza il 15 gennaio 2024

redazione
Condividi su:

Favorire l’ammodernamento dei frantoi oleari, migliorare la sostenibilità del processo di produzione dell’olio d’oliva e ridurre la generazione di rifiuti, favorendone il riutilizzo a fini energetici. Questi gli obiettivi del bando che è stato pubblicato nei giorni scorsi dalla Regione Abruzzo, ed in particolare dall’Assessorato all’Agricoltura, per l’“Innovazione e meccanizzazione nel settore agricolo e alimentare”, al fine di fornire un sostegno concreto alle imprese che intendano investire nell’innovazione dei macchinari e in automezzi non inquinanti.

Il bando, infatti, sosterrà interventi tesi all’ammodernamento dei frantoi esistenti anche attraverso l’introduzione di macchinari e tecnologie che incrementino le performance ambientali dell’attività di estrazione dell’olio extravergine di oliva. Il rinnovo degli impianti tecnologici è determinante ai fini del miglioramento della qualità degli olii e ai fini di un generale incremento della sostenibilità della filiera olivicolo-olearia.

Finanziato con i fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), l’avviso è rivolto alle aziende agricole e alle imprese agroindustriali, titolari di frantoi oleari, iscritte nel Portale dell’olio di oliva del Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN) e che siano in possesso delle specifiche autorizzazioni ambientali. La dotazione finanziaria è di 5 milioni e centocinque mila euro.  Il contributo massimo concedibile è pari a 130 mila euro. La domanda di sostegno potrà essere presentata a partire dalla pubblicazione dell’apposita comunicazione sul sito della regione ed entro e non oltre 15 gennaio 2024.

“Il bando pubblicato di recente – commenta il vice presidente della Regione Abruzzo con delega all’Agricoltura, Emanuele Imprudente - intende promuovere una produzione agricola più sostenibile e all’avanguardia. Siamo stati tra le prime tre Regioni d’Italia a pubblicare il bando perché crediamo fortemente in un’agricoltura 4.0, sempre più moderna, efficiente e sostenibile. Un’agricoltura – continua Imprudente - che utilizzi veicoli e attrezzature a basse emissioni per tutelare l'ambiente e la salute dei lavoratori; che si doti di tecnologie sempre più all’avanguardia per il monitoraggio e la gestione delle colture; che si impegni a ridurre l'uso di pesticidi, promuovendo tecniche più ecocompatibili per una produzione alimentare salubre, di qualità e accessibile a tutti”.

Fulcro principale del bando, che attua un’importante Misura del PNRR relativa alla “Innovazione e meccanizzazione nel settore agricolo e alimentare” è il miglioramento dei processi di lavorazione, stoccaggio e confezionamento dell'olio di oliva tramite l’adozione delle più moderne tecniche disponibili sul mercato.

“L’intervento – spiega Imprudente - mira a sostenere un settore di vitale importanza per il comparto agricolo, che ha attraversato non poche difficoltà negli ultimi anni. L'ammodernamento dei processi – conclude il vice presidente - non solo migliorerà l'efficienza e la qualità dei prodotti, ma contribuirà anche a preservare la tradizione e l'eccellenza dell'olio d'oliva abruzzese”. 

Condividi su:

Seguici su Facebook