Rimani sempre aggiornato sulle notizie di collinedoro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Pianella: Di Tonto "il balletto dei costi dell'amministrazione"

| di Massimo Di Tonto
| Categoria: Politica | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Con la Delibera di Giunta Comunale n. 79 dell’11 agosto 2014 l’Amministrazione di Pianella deliberava di saldare l’importo di € 1.321.505,62 a favore di Ambiente SpA e stabiliva unilateralmente che questo pagamento doveva intendersi pienamente definitivo di ogni spettanza e satisfattivo di ogni pretesa della stessa società a qualsiasi titolo o ragione in relazione ai rapporti pregressi, per i servizi di igiene urbana che aveva fornito al Comune di Pianella attraverso la partecipata Ecologica Srl.

Il Consigliere Comunale Massimo Di Tonto del Gruppo Pianella Amica, segnalava la necessità di pagare quantomeno ulteriori 250 mila euro ad Ambiente SpA per saldare il corrispettivo dovuto. In caso contrario l’Amministrazione avrebbe esposto la città all’ennesima azione giudiziaria a spese di tutti i cittadini.

L’Amministrazione di Pianella con comunicato del 4 settembre 2014 smentiva il Consigliere Massimo Di Tonto, dichiarando che mai avrebbe saldato gli ulteriori importi dovuti alla società Ambiente SpA, siccome ritenuti non dovuti. Evidenziava inoltre l’intenso lavoro svolto per il pagamento degli ingenti debiti ereditati dalle amministrazioni di D’Ambrosio.

Dopo circa 20 mesi, non emergendo evidenze dall’Albo Pretorio, a seguito di plurimi accessi agli atti, il Consigliere Massimo Di Tonto ha verificato che il Comune di Pianella il giorno 13 gennaio 2016 ha liquidato la somma aggiuntiva di € 168.904,80 in favore della società Ambiente SpA, quale corrispettivo per i servizi resi negli anni 2012-2013.

La vicenda appare sorprendente!

O l’Amministrazione Comunale ha sbagliato quando ha deciso unilateralmente di non pagare niente altro ad Ambiente SpA attraverso la Delibera di Giunta Comunale dell’ agosto 2014, oppure ha mentito, allorquando con il comunicato stampa del settembre 2014 ha cercato di arginare le giuste considerazioni espresse dalla minoranza, fornendo una risposta priva di riscontro.

L’Amministrazione in carica non può attribuirsi il merito del saldo dei debiti pregressi. Purtroppo saranno i cittadini di Pianella presenti e futuri a riparare i disastri del passato, caricandosi del pagamento di finanziamenti e mutui sino al 2043.

In futuro auspichiamo un’Amministrazione meno presuntuosa e approssimativa, che sia maggiormente consapevole di cosa fare e di cosa dire per raggiungere l’efficienza e l’efficacia nella gestione della cosa pubblica a Pianella.

Massimo Di Tonto

Contatti

redazione@collinedoro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK