Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Verifica del rischio sismico, ricognizione "a tappeto" dell'edilizia pubblica di tutta la regione

Condividi su:

Nella consueta riunione di staff del lunedì mattina, il Presidente della Giunta regionale Luciano D’Alfonso ha dato disposizioni affinché venga effettuato al più presto su tutto il territorio regionale un lavoro di verifica del rischio sismico. Sotto la lente di ingrandimento finiranno le scuole, l’edilizia pubblica comunale e religiosa, le opere infrastrutturali e il patrimonio edilizio della Regione.

A tutti i Comuni, le Province e gli Episcopati presenti in Abruzzo è stata chiesta una verifica puntuale delle criticità riscontrate e di quelle possibili; la stessa richiesta è stata fatta ai gestori delle principali infrastrutture regionali (dighe, autostrade, arterie di grande comunicazione, etc.). Chiesti anche i dati in possesso delle Prefetture, dei Comandi dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco.

Tutto il materiale raccolto verrà analizzato in una riunione che D’Alfonso ha convocato per giovedì 8 settembre alle ore 15,30 a L’Aquila.

“Siamo in emergenza – ha dichiarato il Presidente – e dobbiamo far sì che possibili eventi sismici in Abruzzo non ci trovino impreparati. In questi giorni stiamo toccando con mano la prontezza della nostra Protezione civile; ora bisogna creare una mappa delle possibili criticità ad ogni livello e agire di conseguenza. E’ noto che i terremoti non si possono prevedere, dunque è fondamentale agire sul versante della prevenzione, come ha ricordato anche il premier Matteo Renzi nella sua newsletter odierna”.

Condividi su:

Seguici su Facebook