Rimani sempre aggiornato sulle notizie di collinedoro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Assunzioni in vista alla Sacif, burocrazia permettendo

l'azienda di Cepagatti è pronta ad investire, ma attende ok dall'amministrazione comunale

| di La Redazione
| Categoria: Economia
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

CEPAGATTI - La storia della Sacif di Cepagatti ha dell'incredibile se si pensa ai giorni nostri, all'attuale economia e alla situazione occupazionale che stiamo vivendo. 

L'azienda di Achille Fusella Octavio Santalucia,  produttori di nastri tasportatori dal 1989 e dal 1997 a Cepagatti, decidono di cedere il 75% delle quote all'azienda torinese Megadyne, avviando con la multinazionale una nuova società, garantendo investimenti e venti nuovi posti di lavoro gia dal primo anno. 

Al fine di realizzare questa iniziativa, occorre espandere l'azienda gia esistente, su  nuovi terreni, che Fusella e Santalucia posseggono in nome della loro SF Immobiliare, l'unico inconveniente è la destinazione urbanistica prevista dal piano urbanistico comunale: i terreni sui quali verte il progetto sono di categoria B6 che consente di costruire solo edifici civili, e non D1 previsto per gli edifici industriali.

L'azienda ha quindi presentato la richiesta di " deroga" al comune, per ovviare il problema buracratico, ben  cinque mesi fa, ma ad oggi non ancora ha avuto una risposta. 

Il rischio concreto è che la multinazionale Megadyne non aspetti all'infinito e che vada alla ricerca di nuove aziende e luoghi su cui investire.

Una recente verifica sui rifiuti e scarichi effettuata da parte degli organi di vigilanza, ha confermato la regolarità del progetto, come si evince dal verbale di sopralluogo. In 15 anni mai nessun confinante si è lamentato dei rumori o/e odori rilasciati dalla Sacif e ora, come specificato nel progetto, non è prevista alcuna emissione in atmosfera o produzione di nuovo rumore.

spiega Fusella in un intervista.

Una risposta adesso è attesa prima di capodanno, la speranza è quella che ad avere la meglio sarà il buon senso, al fine di salvaguardare e far crescere l'economia locale. 

 

La Redazione

Contatti

redazione@collinedoro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK