Rimani sempre aggiornato sulle notizie di collinedoro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Pianella: Venerdì 26 luglio la presentazione del romanzo "E da una lacrima ...la felicità " di MARCO POSATA

| di Vivere Pianella
| Categoria: Cultura | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
printpreview

Il giorno venerdì 26 luglio ore 21.00 in piazza B.V. Maria Lauretana a Castellana di Pianella il gruppo consiliare VIVERE PIANELLA organizza la  presentazione del romanzo "E da una lacrima ...la felicità " di MARCO POSATA giovane autore emergente, alla sua prima nazionale.

Dopo i saluti dell'organizzatrice e capogruppo in consiglio comunale  ANNA BRUNA GIANSANTE, la serata sarà moderata dalla Professoressa GABRIELLA CENTOFANTI che dialogherà con l'autore.

Il romanzo di Marco Posata  privilegia sensazioni e stati d'animo. Proseguendo nella lettura, invece, l'intreccio assume un ruolo determinante, senza, però,
trascurare l'introspezione psicologica e la riflessione relativa a eventi e situazioni. La trama prende avvio da una prigione della contea di Bradfort, negli Stati Uniti, dove si trova la detenuta Lora, nata in un villaggio della Tunisia. La protagonista, per mezzo di un'accurata analessi, rievoca l'infanzia, l'uomo amato, il figlio, abbandonato in un orfanotrofio, la sorella Najira. L'obiettivo di Lora è diventato quello di ritrovare il proprio bambino che non vede da molti anni. Sono continui i colpi di scena, le fughe, le traversie, le umiliazioni, i viaggi anche disperati. Vengono presentate figure losche: spacciatori e criminali. Cercano di fuggire da un mondo gretto, meschino e violento alcune donne fra cui la protagonista, sfruttate e considerate solo merce di scambio. Si crea un sodalizio tra le vittime che ci ricordano i personaggi di Porta, come la Ninetta del Verzee, o di Zola nel ciclo dei Rougon- Macquart.
Sono numerose le aree geografiche descritte da Posata nel loro fascino e nella loro desolazione. La bellezza del mare e delle spiagge è incrinata dal dramma dei naufraghi, dall'odio razziale e dalla superficialità dei "luoghi comuni". Il quadro presentato riesce, nonostante il dolore e la sofferenza, a trasmettere valori positivi e la speranza in una società nuova, fondata sulla solidarietà e sugli affetti autentici.

conclude la Giansante: "Una iniziativa che promuove la cultura, i giovani e i valori positivi".

Vivere Pianella

Contatti

redazione@collinedoro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK