Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Associazione fonte vecchia: per la festa di San Giovanni sarà presente lo scrittore Magdi Cristiano Allam

l'evento previsto domenica 24 giugno presso Borgo Case Troiano di Spoltore

Condividi su:

“Sarà il giornalista e scrittore Magdi Cristiano Allam uno dei protagonisti delle celebrazioni del ‘San Giovanni 2018’ organizzate per domenica 24 giugno dall’Associazione Fontevecchia nel suggestivo Borgo Case Troiano. Un ospite d’eccezione che accompagnerà tutte le tradizioni di quella che, nel sentire comune, è a tutti gli effetti considerata una notte magica, in cui momenti di collettività si alternano a istanti di grande intimità, in cui si rafforzano legami di amicizia, attraverso lo scambio del ‘ramajetto’, un bouquet composto da 9 erbe, ma ci si purifica anche dal proprio quotidiano, partecipando al rito dell’acqua e del fuoco. La manifestazione consentirà a tutti di riscoprire riti e tradizioni antiche, quelle radici che vanno tutelate e tramandate per non disperdere un vero patrimonio di conoscenza e saperi”. Lo ha detto il Presidente dell’Associazione Fontevecchia, Luciano Troiano, ufficializzando i dettagli della festa del ‘San Giovanni 2018’, proposto a Borgo Case Troiano per domenica 24 giugno.

“La festa di San Giovanni – ha spiegato il Presidente Troiano – è la più difficile da descrivere e interpretare, ma ha un fascino che emana dalla proprietà di saper stabilire un legame speciale tra individui, solitamente più forte di quello esistente tra fratelli nel corso e che si concretizza attraverso lo scambio del ramajetto per divenire ‘Compare ‘a fiori’. ‘Dio perdona, San Giovanni no’ dicevano i nostri nonni e questa certezza popolare travalica i buoni presupposti della fede cristiana attingendo a un concetto di Natura dalle leggi rigorose. E il rigore di San Giovanni è anche quello che impone timore e rispetto per gli elementi naturali. La manifestazione si articolerà attraverso momenti di confronto, dibattito, momenti sacri e riti propiziatori che affondano le radici molto lontano, e che abbiamo recuperato grazie al racconto dei nostri nonni e degli anziani del Borgo. Domenica 24 giugno, dunque proprio nel giorno di San Giovanni, le celebrazioni inizieranno alle 18 con l’apertura dell’altare devozionale allestito nel Borgo, con l’immagine di San Giovannino di metà ‘800 proveniente da Monaco di Baviera; alle 19.30 ci sarà la Processione con la statua di San Giovanni Battista portata a spalla dalla Confraternita di Sant’Antonio da Padova di Città Sant’Angelo per le vie del Borgo. Per l’edizione 2018 abbiamo voluto proporre, alle 20, un momento di incontro e confronto con un giornalista e saggista di spessore, Magdi Cristiano Allam, già amico dell’Associazione Fontevecchia e ospite, lo scorso anno, della rassegna sui briganti, e con cui affronteremo il tema delle tradizioni cristiane e delle mescolanze tra sacro e profano. E chiuderemo la prima parte dell’evento con l’accensione e la benedizione del fuoco e dell’acqua”. Alle 21.15 ci sarà il momento conviviale con canti e balli tradizionali, ovvero con il gruppo ‘Im-Popolare’, che proporrà il repertorio di Pizzica, Taranta e balli tipici abruzzesi, e con la cena tipica del borgo in attesa del falò e alle 23.30 prenderà il via il momento clou della festa del San Giovanni, ovvero l’attraversamento dell’acqua, il salto del fuoco e lo scambio del ‘ramajetto’, “per l’antico rito del ‘comparatico’ – ha ripreso il Presidente Troiano -, che i nostri nonni utilizzavano per rafforzare rapporti di amicizia e di mutuo aiuto. Dunque coloro che vorranno potranno scambiare con il proprio migliore amico un bouquet realizzato, già nella giornata del sabato durante un laboratorio seminariale-formativo, con nove erbe aromatiche seguendo, chi vorrà, un rito propiziatorio. Durante la serata avremo altri momenti, come il laboratorio del nocino e la scoperta degli ‘antichi pronostici’ legati alla rugiada e all’uovo lasciato rapprendere alla luce della luna”.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook