Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

4 novembre 2021 Giornata delle Forze Armate e dell'Unità Nazionale: Collecorvino commemora i caduti e ricorda i caduti di Nassiriya

La Redazione
Condividi su:

Il 4 novembre l'Italia ricorda l'Armistizio di Villa Giusti - entrato in vigore il 4 novembre 1918 - che consentì agli italiani di rientrare nei territori di Trento e Trieste, e portare a compimento il processo di unificazione nazionale iniziato in epoca risorgimentale.

Il 4 novembre terminava la Prima Guerra Mondiale. Per onorare i sacrifici dei soldati caduti a difesa della Patria il 4 novembre 1921 ebbe luogo la tumulazione del "Milite Ignoto", nel Sacello dell'Altare della Patria a Roma.

Per Collecorvino ricorre anche il personale centenario della posa del primo monumento ai caduti.

Per queste ragioni oggi a Collecorvino si sono susseguite diverse commemorazioni che hanno coinvolto anche il gruppo musicale della scuola secondaria di primo grado, che ha accompagnato le cerimonie con la musica; e i bambini delle classi quarte e quinte della scuola primaria dell'istituto comprensivo di Collecorvino, che hanno letto poesie e pensieri su queste ricorrenze.

A presiedere le manifestazioni il Sindaco Paolo D'Amico e il Luogotenente Giovanni Diedda, comandante della stazione dei Carabinieri di Collecorvino. Con loro in prima fila anche il vicesindaco Antonio Zaffiri e il consigliere comunale Fabio Chiavaroli.

E' bello vedere come queste manifestazioni, anche se piccole, possano avvicinare le nuove generazioni a una storia che ci appartiene e ci ha reso quello che siamo

Una curiosità per gli appassionati, l'angelo del Monumento ai Caduti di Tutte le Guerre di Collecorvino è stato realizzato dallo stesso scultore che ha fatto quello che trovate sull'Altare della Patria a Roma.

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook