Rimani sempre aggiornato sulle notizie di collinedoro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Lettera aperta: sui vaccini tanta propaganda

| di Carlo Di Francesco
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Sono diversi giorni che assistiamo ad annunci sulle vaccinazioni in Abruzzo con titoli a sei colonne, da varie fonti di informazione e su alcuni giornali, mi riferisco ai titoli seguenti:

“3 maggio: Vaccini a tutti dopo i sessantacinquenni…in 4 giorni 45.000 dosi”

“7 maggio: Vaccini tocca agli over 50 il piano funziona, ……..somministrate 91.000 dosi”

“8 maggio: Vaccini 20.000 al giorno, Figliuolo elogia l’Abruzzo per i risultati”

“10 maggio: Vaccini over 50 il via alle 12”

“13 maggio: Vaccini già tocca ai quarantenni”

     Questi titoli mi hanno suscitato sinceramente un senso di sconforto, anzi direi quasi di rabbia in quanto io penso che non corrispondono alla realtà dei fatti.

    Vi spiego perché, io sono un “settantaquattrenne” (classe 1947) di Pianella, ho prenotato il vaccino sulla nuova piattaforma delle Poste Italiane il 9 aprile scorso, mi hanno fissato l’appuntamento per il giorno 24 maggio 2021, nel centro vaccini più vicino di S. Teresa di Spoltore, quindi 45 giorni dopo, dicasi un mese e mezzo.

    Mi risulta che alcuni amici della classe successiva dei sessantenni che si sono prenotati a partire dal 20 aprile, giorno di apertura delle iscrizioni, sono stati convocati dopo il 15 giugno e oltre.

   Quindi si può dedurre che la classe dei cinquantenni saranno convocati entro luglio e i quarantenni entro agosto ?

     Ecco perché questi titoloni sui giornali mi sembrano solo propaganda, perché lasciano intendere che stiamo procedendo velocemente con le vaccinazioni, invece non corrispondono affatto alla realtà.

     La rabbia aumenta ancora di più quando mi affaccio dal balcone della mia abitazione, a 100 metri distante, vedo il nuovissimo Centro vaccinazioni realizzato dal Comune di Pianella con i fondi governativi specifici per il Covid-19 (€.250.000), il quale non viene utilizzato per tutta la settimana, ma solo alcuni giorni di sabato e domenica dai medici di famiglia, e solo per le categorie dei fragili e loro famigliari.

     Ho chiesto anche informazioni ad alcuni personaggi politici locali e regionali, ma nessuno mi ha saputo  spiegare perché questo centro vaccinale non è stato incluso nei centri vaccinali gestiti dalla ASL di Pescara,

     Visto che il 1° marzo scorso all’inaugurazione e al taglio del nastro erano presenti l’Assessora regionale Dott.ssa Verì, il Direttore generale della ASL di Pescara Dott. Ciamponi, oltre al Sindaco di Pianella Marinelli e assessori vari, molti Pianellesi pensavano che sarebbe stato utilizzato tutti i giorni della settimana e per tutti i cittadini indistintamente, invece non è stato così.

Carlo Di Francesco

Contatti

redazione@collinedoro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK