Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Siglata la Convenzione tra il Comune di Collecorvino e l'Istituto Scolastico del paese

La dirigente scolastica: " "Non si tratta di una mera elencazione di buoni propositi, ma si tratta invece della fotografia dell’esistente"

Redazione
Condividi su:

Collecorvino – Il sindaco di Collecorvino Antonio Zaffiri, e la dirigente Scolastica Dott.sa Michela Terrigni, hanno siglato, presso il municipio di Collecorvino una Convenzione che vuole suggellare la collaborazione che è già in essere tra i due enti.

L’amministrazione comunale si è sempre dimostrata molto sensibile nel sostenere le necessità e le iniziative dell’istituto scolastico, per questo alla presenza del vice sindaco, nonché assessore all’istruzione Chiara Cauti e  il responsabile del settore amministrativo, Dott.sa Maria Marsili, si è letto il documento che definisce l’accordo amministrativo tra i due enti.

Il fine è quello di rendere ufficiale una collaborazione che persiste ormai da tempo, con lo scopo di migliore sempre di più il servizio offerto e garantire ai ragazzi che frequentano gli istituti scolastici di Collecorvino una preparazione sempre più di eccellenza.

La collaborazione tra ente scolastico è amministrazione comunale, negli anni, si è riscontrata ad esempio nel settore musicale, con la donazione, da parte del Comune  di un pianoforte a coda, oppure con il pagamento dell’affitto dei locali della discoteca Momà per l’esecuzione del tradizionale Concerto di Natele.  

Al primo posto vi è l’obiettivo di migliorare le  dotazioni tecnologiche in possesso in dotazione dell’istituto scolastico. La tecnologia oggi per i ragazzi è parte integrande della loro vita, e l’utilizzo di sistemi digitali, facilità la loro capacità di apprendimento. Per questo motivo, l’amministrazione, rinunciando a parte delle indennità ha dotato a tutte le classi della scuola secondaria di I grado, di lavagne interattive multimediali che oggi permette alla scuola di partecipare a progetti finanziati con fondi P.O.N. ( Programma Operativo Nazionale).

L’accordo vuole dare risalto anche all’inclusione del progetto Scuola a domicilio, dove il comune ha messo a disposizione il “Social Bus” per poter dare la possibilità ai ragazzi di andare nelle case degli alunni disabili e facilitarli con gli studi.

Da un anno inoltre, l’integrazione dei servizi scuola-biblioteca comunale ha consentito di accogliere tutti i pomeriggi i ragazzi dell’Istituto all’interno dei locali della biblioteca comunale "Silvestro Cicoria" per lo svolgimento del progetto "Pagine per crescere”, per avvicinare e coinvolgere i ragazzi alla lettura.

Infine, va ricordato che il Comune ha istituito una borsa di studio, che va a premiare gli alunni più meritevoli  della scuola secondaria di primo grado.

"Non si tratta di una mera elencazione di buoni propositi, ma si tratta invece della fotografia dell’esistente" ha affermato la Dirigente scolastica

"Questo documento rende chiaro l’impegno della scuola e dell’Amministrazione verso le nuove generazioni, rispetto alle quali abbiamo l’obbligo di impegnarci, perché rappresentano il futuro della nostra comunità."

Conclude il sidaco Antonio Zaffiri

 

fonte: http://www.lacerbaonline.com

Condividi su:

Seguici su Facebook