Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

A Pianella la montagna ha partorito il topolino! Il semplice efficientamento invece del Global Service

Condividi su:

Per evitare che le strade continuino a rimanere al buio e quindi siano meno sicure, la Giunta di Pianella ha approvato la proposta di efficientamento degli impianti di pubblica illuminazione, avanzata dalla ditta Menowatt Ge S.p.a. di Grottammare (AP), il cui costo in 5 anni sarà  di € 346.806,92 rateizzato in 30 canoni bimestrali.

Questa soluzione però è un ripiego imposto dalla mancata aggiudicazione definitiva del grande appalto (Global Service) da 10 MILIONI 944 MILA euro, che per 20 anni avrebbe dovuto risolvere tutte le problematiche dei sistemi tecnologici del Comune di Pianella.

Tra l’altro la ditta Sato S.r.l., provvisoriamente aggiudicatrice (delibera n. 246 del 9 dicembre 2015), ha reagito chiedendo l’ingente somma di € 1.329.647,84 a titolo di risarcimento dei danni patiti oltre alle spese legali.

Senza considerare che la Corte dei Conti dovrà verificare le responsabilità erariali all’interno del Comune per stabilire come si sia potuti arrivare all’annullamento della gara e degli atti della stessa.

Ma viene da chiedersi perché la soluzione dell’efficientamento energetico, meno costosa del Global Service, circa 69 mila euro annui a fronte di circa 531 mila euro annui e ugualmente risolutoria, non sia stata deliberata sin dal principio e oggi, con toni propagandistici e trionfalistici, la soluzione di ripiego viene presentata come la panacea per tutti i mali? Speriamo comunque che torni la luce a Pianella! Manca spesso e tanto!

All’attualità, però, non è dato sapere quanto costerà alla fine l’intera vicenda alla collettività.

Condividi su:

Seguici su Facebook