Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Torna "I Colori del Territorio", manifestazione giunta alla XVIII edizione

Condividi su:

Torna "I Colori del Territorio", manifestazione giunta alla XVIII edizione che porta nel centro storico di Spoltore una serie di eventi teatrali, musicali e formativi. Il ricco programma, che comprende cinque date tra il 17-18-22-23 giugno e il 13 luglio, sarà presentato nel dettaglio domani (giovedì 15 giugno 2017) alle ore 12 nel corso di una conferenza stampa in programma nell'Urban Center dell'ex stazione di Porta Nuova a Pescara, Piazzale Vittoria Colonna.

"L'Associazione I Colori del Territorio" spiega la vice presidente Maria Jenie Rossi "è costituita da persone che hanno scelto Spoltore per ritrovare una dimensione più umana rispetto alle aree metropolitane. Per questo la scelta di utilizzare il centro storico, un luogo evocativo ed emozionante, che facilità l'incontro e la relazione tra le persone" L'associazione non si limita a organizzare eventi, ma partecipa con la produzione di contenuti: "la nostra attività parte da un lavoro sul paesaggio, e dalla ricerca antropologica sulle tradizioni popolari.

La storia del Sarto Natale proposta da Fausto Roncone del Teatro del Paradosso, al Convento cinquecentesto di San Panfilo fuori le mura sabato 17 giugno (ore 21), si riallaccia fortemente alla tradizione dei sarti di cui anche Spoltore è ricca. Ancora oggi la frazione di Caprara ha come Patrono il Santo Protettore dei Sarti,  Sant''Omobono, unico esempio in Italia.


Domenica 18 giugno (ore 17.30) la sede della Società Operaia in Piazza D'Albenzio ospiterà l'incontro di filosofia "Sogni di una vita migliore", nell'ambito del progetto "Linguaggi contemporanei" ideato da Maria Jenie Rossi e Marina D'Attanasio. A seguire (ore 20) una performance di danza aerea "Una storia dal mare" a cura di Michela Marrone e con il cantautore Graziano Zuccarino.


Giovedì 22 giugno, ore 21 al Convento, Francesca Camilla D'Amico della compagnia Murè Teatro propone "Maja", un racconto sulla vita delle donne tra la Majella e il Gran Sasso. Il 23 giugno, come da tradizione, si svolgerà la Festa Solstiziale di S. Giovanni nell'omonimo Largo: si potrà visitare la Chiesetta di San Giovanni ed assistere alla benedizione delle lumache e dei ramajetti da parte del Parroco Don Gino Cilli. Seguiranno le letture di Giulia Basel del Florian Metateatro su rituali e tradizioni del San Giovanni e i brani musicali eseguiti da I Pifferari D'Abruzzi.


Ultimo appuntamento è il seminario sul tema  "Ricostruzione, Materiali e Sostenibilità", in programma il 13 luglio alle ore 9: la partecipazione è gratuita e a numero chiuso, per iscriversi si può telefonare al numero 085.8421848 o scrivere una email a info@edilcanapasrl.it. Ai partecipanti saranno riconosciuti crediti formativi dell'ordine degli architetti: relatori i docenti dell'Unich Maria Cristina Forlani, Donatella Radogna, ALberto Viskovic, Mariaelena Alessandrini.

Condividi su:

Seguici su Facebook