Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

"Lontano dai rischi: a scuola come a casa", la Modavi Pianella diffonde la cultura della sicurezza

Condividi su:

Il Nucleo di Protezione Civile Modavi Pianella propone agli allievi della scuola primaria un progetto didattico per diffondere ai ragazzi la cultura della sicurezza dal nome "Lontani dai rischi, a scuola come a casa"

Educare alla sicurezza significa portare il giovane, sin dalla tenera età a costruire dentro di sé atteggiamenti di responsabilità, autocontrollo e valutazione del rischio.

Il progetto è indirizzato all'Istituto comprensivo di Pianella e alla Scuola Primaria Paritaria Orizzonti.

Così come sostiene il sindaco del comune Pescarese Sandro Marinelli si tratta di "un'iniziativa che si muove senza ombra di dubbio nella direzione intrapresa dalla amministrazione comunale, tesa al coinvolgimento e alla formazione delle future generazioni. Dopo il lavoro fatto in tema di educazione ambientale e riciclo, di educazione al codice della strada, di diffusione della cultura e delle tradizioni, questa iniziativa del gruppo comunale di volontari della Protezione Civile, che mira a infondere nei più giovani la cultura della prevenzione e del mutuo soccorso, completa un percorso educativo fondamentale che avvicina la nostra cittadina sempre più verso l'obiettivo di elevati standard di sicurezza sociale e di conseguenza di migliori livelli di qualità della vita".

"Lo scopo di tale progetto è quello di contribuire ad una maggiore sensibilizzazione sulla sicurezza e al contempo fornire uno strumento di formazione" – afferma il Presidente della Protezione Civile Modavi Pianella Piero Tatilli.

Anche il dirigente scolastico la Professoressa Nicoletta Paolini espone positive considerazioni in merito:

"Ho accolto con enorme piacere l'iniziativa proposta dalla Protezione Civile di Pianella in quanto la conoscenza dalla più tenera età, dei rischi connessi ad eventi calamitosi e la gestione consapevole degli stessi riduce di molto il pericolo cui si va incontro".

"È fondamentale affiancare questo genere di progetti alle attività didattiche - afferma Stefania Peduzzi, - ogni singolo bambino deve essere formato anche sotto il punto di vista della sicurezza affinché diventi un adulto ben informato e responsabile".

E' il vice presidente Mirco Planamente ad esporre di seguito, quelli che sono gli obiettivi del progetto:

- riconoscere la propria paura per capire come la si può controllare e quali comportamenti adatti attivare in emergenza;

- conoscere gli operatori del soccorso, i loro compiti e le modalità per attivarli (115 - 118 - 113 - 112);

- acquisire il concetto di rischio come eventualità per evitare possibili pericoli attraverso la previsione e la prevenzione;

- preparare una simulazione di emergenza.

Le lezioni si svolgeranno presso la sala consiliare del Comune di Pianella; i materiali didattici saranno messi a disposizione dall'Associazione di Promozione Sociale "CIVILINO"; un progetto costituito il 26 gennaio 2015 a Bastia Umbra (Pg) che negli anni si è evoluto in una vera e propria Associazione di volontariato. 

Loro hanno dato vita alla Mascotte Civilino che è stata protagonista di alcuni cartoni animati educativi sui rischi legati al terremoto, alle alluvioni e agli incendi e ha partecipato a numerose attività di prevenzione e divulgazione nelle scuole e nelle piazze di tantissime città italiane. 

"Quest'opera di sensibilizzazione nei confronti dei bambini da parte del nucleo di Protezione Civile di Pianella - sostiene l'assessore alla Protezione Civile Davide Berardinucci - è fondamentale per determinare la consapevolezza e la tranquillità, per quanto possibile, nei più piccoli e di conseguenza nelle loro famiglie in situazioni emergenziali. Ritengo doveroso ringraziare il Presidente Piero Tatilli e, per suo tramite, tutti i volontari del gruppo di Protezione Civile di Pianella per le loro attività di prevenzione ed assistenza alla popolazione in caso di emergenza".

Condividi su:

Seguici su Facebook