Partecipa a Colline d'Oro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Dodici posti letto per pazienti con gravi celebrolesioni, la soddisfazione della famiglia di Manuela Verna

Condividi su:

Dodici posti letto con codice 75, ossia quelli dedicati ai pazienti con gravi celebrolesioni, verranno presto realizzati all’Ospedale di Popoli. È l’impegno preso dal Direttore generale della Asl di Pescara Armando Mancini e dal Dott. Carlo D’Aurizio, direttore dell’unità operativa di Medicina fisica e riabilitativa dell’Ospedale di Popoli, i quali ne hanno parlato nel corso del convegno: “La Gestione del Trauma Cranico tra Chieti e Pescara, un percorso condiviso”, che si è svolto nei giorni scorsi all’ Ospedale Civile ‘Spirito Santo’ di Pescara.

Una notizia che ha reso particolarmente felice Anna Verna, fondatrice dell’Associazione ‘Il Risveglio di Manuela’ e madre dell’infermiera di Spoltore, morta il 26 aprile scorso dopo un lungo calvario. 

 

“Ringrazio di cuore tutte le persone che sono vicine a me e alla mia famiglia e che si stanno dimostrando particolarmente sensibili nei confronti di chi, come me e mio marito, hanno vissuto in prima persona la perdita di una figlia, entrata in coma in seguito a un’emorragia celebrale” - ha affermato la signora Verna, intervenuta nel corso del convegno di cui sopra, presieduto dal Dott. Piero Iovenitti e dal Dott. Donato Zotta.

“La sezione ‘gravi celebrolesioni’ nasce per rispondere alle necessità terapeutico-riabilitative delle persone con grave danno celebrale e rappresenta un valido supporto anche per i famigliari dei pazienti. È importante essere sostenuti da strutture specializzate, per dare ai propri cari l’amore, la sicurezza e le cure di cui hanno necessariamente bisogno”.

Parole che hanno colpito tutti i relatori presenti, perché capaci di spiegare in modo semplice e diretto le conseguenze di un trauma cranico. 

Il 21 dicembre, all’Ospedale di Popoli, ci sarà una festa di Natale per ricordare Manuela Verna e per l’occasione verrà scoperta la targa dell’infermiera. Testimonial dell’evento: il cantante Piero Mazzocchetti. Sono state invitati a partecipare i rappresentanti delle istituzioni.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook