Rimani sempre aggiornato sulle notizie di collinedoro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Festa del grano e della trebbiatura, domani a Collecorvino

Degustazione di “rimpizze” e “pranzo della tresca”

| di Franco Evangelista
| Categoria: Tradizioni | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

E’ diventato ormai un appuntamento fisso quello che ogni anno si ripete a Collecorvino in questo periodo dell’anno: la trebbiatura del grano.

Si tratta di un vero e proprio salto nel passato quando i nostri avi vivevano tale momento come uno dei più importanti dell’anno in quanto il grano rappresentava la coltura principale che, attraverso la trasformazione in farina, era l’elemento di sostentamento fondamentale di ogni famiglia.

Nella giornata di domani si potranno ammirare i vari carri trainati da trattori o i tipici birocci trainati da animali, carichi di fasci di spighe di grano ed addobbati a festa che sfileranno per le vie cittadine per poi dirigersi verso gli spazi adiacenti il convento di San Paterniano ove sarà allestita la tipica “aia”. Ad attenderli ci sarà la caratteristica trebbiatrice di un tempo che provvederà a lavorare i preziosi chicchi. Novità di quest’anno anche la presenza dei singolari carretti siciliani.

La consuetudine delle epoche passate prevedeva che i contadini locali portassero parte del loro raccolto in dono a Sant’Antonio di Padova quale forma di ringraziamento per la buona annata. Anche nei tempi attuali il ricavato della trebbiatura una volta venduto contribuirà a sostenere i festeggiamenti in onore del Santo che si svolgeranno la prossima settima.

Non mancheranno due appuntamenti fissi ovvero il tipico “pranzo della tresca” che si svolgerà nell’aia proponendo le pietanze di un tempo ed i prodotti tipici locali e la distribuzione gratuita delle “rimpizze”, il tipico pane-dolce abruzzese il cui nome deriva dal fatto che aveva lo scopo di riempire lo stomaco e dare senso di sazietà durante i lavori nei campi.

Gli organizzatori promettono un’intera giornata all’insegna del folklore e della tradizione con l’esibizione, tra l’altro, dei seguenti gruppi musicali:

- Banda Folkloristica “LA VELOCISSIMA” di Rignano Flaminio (RM);

- Coro Folkloristico “CITTA’ DI PICCIANO” (PE);

- Gruppo Folk “LI SCAPISTRIT” di Città Sant’Angelo (PE).

 

Per prenotare il posto per il pranzo della tresca può contattare:

- Ansemo  335.6330871

- Emore  338.8928979

- Raffaele 328.9105720

 

www.santantoniocollecorvino.com

Franco Evangelista

Contatti

redazione@collinedoro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK