Rimani sempre aggiornato sulle notizie di collinedoro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

“Tajarille e cece” e “Ciabotto” nella sagra PIPINDUNE E OVE a Collecorvino

Scopriamo le curiosità di altre due prelibatezze della tradizione abruzzese.

| di Franco Evangelista
| Categoria: Territorio | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
printpreview

Giunge oggi al quarto giorno la sagra “PIPINDUNE E OVE” che sta richiamando numerosissimi turisti nel centro storico di Collecorvino desiderosi di ammirare il tipico centro storico ma soprattutto di tuffarsi tra gli odori e i sapori dei piatti tipici abruzzesi.

Oggi vogliamo far conoscere Tajarille e cece” e “Ciabotto.

- TAJARILLE E CECE: Tagliolini e ceci. E’ un primo della tradizione contadina. Una pasta fatta in casa preparata con farina di semola, acqua e sale. A differenza della pasta fresca classica non vi è utilizzo di uova e questo lo rende più leggero e capace di accontentare anche chi segue la cucina vegana.

La sfoglia viene tagliata a listarelle lunghe 4 o 5 centimetri e larghe meno di 1 cm, queste devono essere servite al dente e scolate ma non troppo, per creare l’effetto brodoso che lo rende il piatto più ricco; vengono condite con il sugo di cottura di ceci o eventualmente di fagioli.

- CIABOTTO: E’ un contorno di verdure, una specie di “rataouille nostrano”. Tipico di molte regioni del sud, questo piatto trae la sua origine dalla cucina povera. I contadini infatti lo portavano con loro durante le pesanti giornate di lavoro nei campi e la mangiavano a pranzo. Può variare di zona in zona ma di base ha come ingredienti come peperoni, pomodori, zucchine, patate, e cipolle. Mentre nelle altre regioni vengono fritte, nella ricetta abruzzese le verdure sono stufate.

Le nonne raccontano che il nome di questo piatto derivi dal fatto cheabbotta cioè che “riempie”. Difatti può essere considerato molto tranquillamente un piatto unico accompagnato spesso da pane abbrustolito.

Intanto questa sera i profumi e i sapori di PIPINDUNE E OVE continueranno ad allietare i palati dei partecipanti alla sagra che verranno accolti da balli in piazza e dall’esibizione del complesso musicale folk LA BANDA DEI BRIGANTI e dai tipici balli country western del gruppo WEST FAMILY.

Franco Evangelista

Contatti

redazione@collinedoro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK