Rimani sempre aggiornato sulle notizie di collinedoro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Strada Pianella - Cartiera: economia in ginocchio, i cittadini pronti a proteste estreme

| di Ufficio Stampa Comune di Pianella
| Categoria: Territorio | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Grande partecipazione dei cittadini, delle forze politiche e sociali e dei rappresentanti delle categorie imprenditoriali del territorio a far da cornice alla seduta del consiglio comunale straordinario indetto per individuare possibili soluzioni in merito alla strada provinciale Pianella-Cartiera, che ormai da quasi 6 mesi taglia in due buona parte della provincia di Pescara generando immaginabili disagi e problemi.


La seduta aperta, presieduta da Alessandro Minetti, ha visto la presenza dei rappresentanti dei Comuni di Cappelle sul Tavo, Collecorvino, Loreto Aprutino, Cepagatti, della consigliera provinciale Silvina Sarra, in rappresentanza del presidente della provincia, si è aperta con la testimonianza di alcuni operatori commerciali (panifici, ristoranti, servizi all’agricoltura) che operano tra Pianella, Collecorvino, Cappelle e Loreto Aprutino, i quali hanno reso evidente lo stato di frustrazione al quale sono ridotti gli operatori commerciali.


In seguito, il sindaco di Pianella ha illustrato lo stato delle procedure dal punto di vista amministrativo: “Non abbiamo smesso un attimo di rappresentare all’ente proprietario della strada la gravità della situazione che l’interdizione della strada Pianella – Cartiera genera e, pur nella consapevolezza delle difficoltà in cui tantissimi altri territori si trovano per problematiche analoghe, di evidenziare come questa criticità abbia riflessi di portata non comparabile con altre poiché si riflette su un tessuto socio-economico vastissimo, trattandosi della principale infrastruttura di collegamento di tutta la Val Tavo e parte della Val Fino con università, ospedale, centro ortofrutticolo e tantissime altre infrastrutture economico-istituzionali site in Val Pescara, senza considerare il pregiudizio quotidiano che tale limitazione comporta per gli operatori del commercio e del mondo agricolo già provati da 8 anni di crisi endemica ed ulteriormente messi in ginocchio da questa vicenda. Per tale ragione abbiamo cercato in tutti i modi di sensibilizzare la provincia e la regione ad inserire la problematica tra le priorità”.


I consiglieri regionali Pettinari (M5S) e Sospiri (FI) hanno fortemente stigmatizzato l’assenza dei rappresentanti di maggioranza in regione, evidenziando il preoccupante segnale di abbandono che tale latitanza rappresenta per l’area Vestina. Pettinari ha comunicato di aver presentato proprio su questa tematica una interpellanza al presidente della giunta regionale che verrà discussa al prossimo consiglio, mentre Sospiri ha consegnato al Sindaco copia del progetto di legge depositato in regione che, mediante la rimodulazione dei fondi destinati all’ultimo lotto della Teramo-Mare, destina 60 mln di euro alle priorità dei ripristini delle varie arterie gravemente danneggiate insistenti nelle provincie di Pescara, Chieti e Teramo.


Nel corso del consiglio più volte i cittadini presenti hanno rappresentato lo stato di profondo disagio che la mancanza di soluzioni genera quotidianamente, avanzando insistentemente ipotesi di mobilitazione presso la Regione Abruzzo se non si avranno adeguate risposte sugli interventi da eseguire.
“ Mi corre l’obbligo di ringraziare tutti i cittadini e gli operatori economici – conclude il Sindaco – per la compostezza ed il senso di responsabilità che hanno mostrato intervenendo in massa al tavolo di confronto istituzionale nonostante la situazione sia ormai ai limiti della sopportabilità, e, anche per questo, cercheremo di fare il possibile affinché arrivino al più presto risposte concrete e definitive da Provincia e Regione, poiché si tratta di una battaglia che vede compatta tutta l’area vestina, per questo ringrazio tutti gli amministratori della provincia che hanno portato il loro sostegno, che deve essere condotta con unità d’intenti e senso responsabilità, evitando di millantare inesistenti meriti solo per acquisire un minimo di visibilità elettorale, poiché la realtà vede ad oggi solo un piccolo passo compiuto, con sacrifico, dalla provincia il 12 luglio stanziando un importo di circa € 40.000,00 per cercare di riaprire parzialmente una corsia al transito alternato con la collaborazione finanziaria e gestionale del Comune di Pianella, mentre, purtroppo, nessun impegno ha ancora assunto al Regione Abruzzo e, pertanto, occorre lavorare da subito affinché non si perda ulteriore tempo prezioso in vista dell’imminente ritorno delle piogge torrenziali.”
 

Ufficio Stampa Comune di Pianella

Contatti

redazione@collinedoro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK