Rimani sempre aggiornato sulle notizie di collinedoro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Montesilvano - Collecorvino: il vecchio tracciato ferroviario diventa pista ciclopedonale

Un protocollo d'intesa che guarda a turismo e mobilità sostenibile

| di Alessandra Renzetti
| Categoria: Territorio
STAMPA

Un grande traguardo quello raggiunto dai Comuni di Montesilvano, Cappelle sul Tavo, Moscufo e Collecorvino decisi a recuperare il tracciato ferroviario ormai abbandonato che si sviluppa lungo i loro territori.

E proprio con questo obiettivo, lo scorso 26 febbraio, hanno firmato un protocollo d’intesa, approvato dalla Giunta comunale di Montesilvano, che intende valorizzare i 20 chilometri di ex tracciato ferroviario, parte della linea Pescara-Penne, riconvertendoli in pista ciclopedonale.

Con il protocollo d’intesa firmato presso la Regione Abruzzo, è stato costituito un tavolo operativo composto dai sindaci Francesco Maragno di Montesilvano, Antonio Zaffiri di Collecorvino, Alberico Ambrosini di Moscufo e Maria Felicia Maiorano Picone di Cappelle sul Tavo e dai rispettivi responsabili del settore tecnico.

Esso definirà la predisposizione di un progetto tecnico di livello esecutivo per il recupero e la trasformazione del vecchio tracciato ferroviario, le azioni di promozione finalizzate allo sviluppo dei flussi turistici e l'attivazione di partenariati finalizzati alla partecipazione a bandi e finanziamenti nazionali o comunitari.

“Noi sindaci abbiamo firmato il protocollo d’intesa in presenza dell’assessore regionale alle Politiche Agricole Dino Pepe - ha spiegato Antonio Zaffiri, sindaco di Collecorvino – ed ora si va verso la progettazione. È stato un incontro molto positivo perché sia con la Regione che con il Comune di Montesilvano è stato fatto un discorso non soltanto turistico ma anche più specifico sulla mobilità sostenibile in quanto c’è l’intenzione di intercettare i capolinea degli autobus, le fermate delle stazioni, ed i servizi di bike sharing per dare alla persona la possibilità di continuare a muoversi in bici; dove possiamo recuperare il tracciato lo facciamo, dove non è possibile troveremo un’alternativa valida”.

Alessandra Renzetti

Contatti

redazione@collinedoro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK