Rimani sempre aggiornato sulle notizie di collinedoro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

MOSCUFO PIAZZA INIBITA AI CITTADINI

| di Moscufo CambiaVerso FERRI MIMMO
| Categoria: Politica | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

A Moscufo, una piccola piazza nella zona delle “Casette”, da oltre un mese è inibita ai cittadini.

A lamentarsi dello stato attuale della piazza sono tutti i residenti del posto, noi della minoranza Moscufo Cambiaverso,allarmati dalle loro apprensioni, ci siamo adoperati per risolvere il problema.

Attraverso l’accesso agli atti del Comune, abbiamo rinvenuto una nota   pervenuta al Sindaco da parte di un  cittadino, con il quale faceva richiesta dell’autorizzazione per la sistemazione della piazza adiacente al suo fabbricato a proprie spese.

Sicuramente un gesto da apprezzare un cittadino che tiene molto al decoro urbano va elogiato, ma nel compiere l’intervento deve attenersi a delle regole ben precise previste dalla legge.

Infatti che un cittadino possa a proprie spese sostenere il finanziamento di un opera pubblica è possibile in quanto lo prevede art. 20 del  D.Lgs. n. 50 del 2016 del codice dei contratti, ma lo stesso si deve attenere a determinate disposizioni.

L’opera deve rientrare nell’ambito di interventi già definiti dallo strumento urbanistico comunale, e soprattutto verificare se il privato ha i titoli per la realizzazione dell’opera e se sono state rispettate le norme di sicurezza.

Inoltre il sindaco per ragioni di trasparenza amministrativa avrebbe dovuto pubblicare il suo intento per dare la possibilità ad altri di partecipare.

Ad oggi esiste una  nota del sindaco con il quale  ha autorizzato l’intervento, demandando all’ufficio tecnico competente di far eseguire l’opera nel rispetto delle normali regole tecniche e in particolare riguardo a quelle sulla sicurezza.

I cittadini hanno constatato, dopo i lavori, la presenza di un cordolo alto circa 20 centimetri,  che prima non c’era, e delle panchine in cemento non fissate saldamente a terra.

Questo è lo stato attuale che  non risponde affatto alle norme sia sulla sicurezza e sull’abbattimento delle barriere architettoniche ed  impediscono alle mamme con i passeggini e ai diversamente abili l’accesso alla piazza.

Un sindaco irresponsabile e distratto che invece di salvaguardare e tutelare in modo imparziale i cittadini crea solo dissensi.

Ci auguriamo che al più presto si provveda a sanare l’incresciosa situazione e restituire ai cittadini l’utilizzo centenario della piccola piazza alle “ Casette” di Moscufo.

Moscufo CambiaVerso FERRI MIMMO

Contatti

redazione@collinedoro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK