Rimani sempre aggiornato sulle notizie di collinedoro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Elezioni amministrative Pianella 2018: 4 domande al candidato Sindaco Sandro Marinelli della Lista Pianella Progetto Futuro

| di Redazione
| Categoria: Politica
STAMPA
printpreview

Come avvenuto per gli altri due candidati, abbiamo posto 4 domande a Sandro Marinelli, attuale sindaco di Pianella e candidato alla conferma,  per la lista Pianella Progetto Futuro.  Sindaco, qual’è il bilancio del primo mandato?

Avevamo il dato di partenza che ci consegnava la prospettiva di un imminente fallimento ed in soli 5 anni, non solo abbiamo pagato una mole enorme di debiti cumulati dalle precedenti gestioni, ma con una politica di attenta razionalizzazione dei costi, siamo arrivati all’ambizioso traguardo di ridurre l’IMU, alzare la soglia di esenzione IRPEF fino ad 11.500 euro e ridurre il costo pro-capite della TARI.

A tutto questo ha fatto da contraltare una progettualità incessante che ci ha portato ad intercettare oltre 5 mln di euro per la messa in sicurezza degli edifici scolastici, 1.100.000 euro per la messa in sicurezza ed il restauro conservativo del municipio, oltre 2 mln di euro per urbanizzazioni e strade, il nuovo depuratore di c.da Conoscopane, il parco Elena Finocchio, la videosorveglianza, l’efficientamento energetico e, finalmente, l’avvio dei lavori per la realizzazione del palazzetto dello sport comunale in c.da Nardangelo.

Dopo 5 anni ci presentiamo alla cittadinanza con l’orgoglio di aver ricostituito un legame di fiducia con la pubblica amministrazione, realizzando fatti e cose concrete e basta guardarsi attorno per averne conferma.

Progetto Futuro un nome che guarda alle generazioni future, per continuare un progetto di crescita?

Sentiamo tutta la responsabilità di dover tutelare un territorio straordinario che in poco tempo abbiamo riqualificato sotto ogni profilo. Oggi dobbiamo guardare ad un progetto di sviluppo sostenibile che si muova in sinergia con i 17 obiettivi posti dalla UE per il 2030 e sui quali abbiamo già iniziato ad impostare una progettualità  complessa e coordinata. Per questo abbiamo deciso di mettere in campo una proposta che mantenesse le esperienze uscenti, ma individuasse le migliori risorse della società civile, in modo da utilizzare i prossimi 5 anni anche come “palestra” per garantire un buon governo nel tempo alla Città di Pianella, fatto di Valori, Competenze e Serietà che per troppo tempo sono mancate: 6 consiglieri uscenti e 6 nuove risorse alla loro prima candidatura, scelte in base al radicamento territoriale, alla passione per la buona politica ed alle competenze da impiegare nei vari settori.

Quali sono i punti cardine del vostro programma?

Riqualificazione dei centri storici, prevenzione del dissesto idrogeologico, incentivazione di nuovi insediamenti per uno sviluppo artigianale/industriale qualificato e sostenibile, consolidamento del percorso di eccellenza dei prodotti agroalimentari, conferma della spiccata vocazione culturale ed artistica del territorio.

La differenza sostanziale rispetto alle altre proposte che, in qualche modo, evocano obiettivi più o meno ambiziosi, è che per ogni punto programmatico abbiamo già i progetti dettagliati e le linee finanziarie per realizzarli, tanto che proponiamo anche dei cronoprogrammi che riteniamo possano giovarsi della credibilità che la cittadinanza ha potuto toccare con mano negli ultimi 5 anni.

Pianella mostra ancora criticità, come intende affrontarle?

Ovviamente una più che trentennale gestione dissennata della pubblica amministrazione genera problemi che non possono essere totalmente risolti in una consiliatura. L’equilibrio precario dei conti pubblici, la difficoltosa manutenzione delle tante strade comunali, la vetustà di alcuni tratti della rete di pubblica illuminazione, necessitano di una cura ed un’attenzione ulteriore e, in alcuni casi, di interventi radicali.

Tuttavia, Pianella deve continuare a perseguire con forza e determinazione il percorso della realizzazione della “Città del buon vivere”, rendendo sempre più unito e coeso il territorio e portando avanti progetti di innovazione e sviluppo che la consolidino quale riferimento amministrativo, ambientale e culturale della fascia collinare.

Ringraziamo Sandro Marinelli per la disponibilità datoci, e anche a lui auguriamo buon lavoro e in bocca al lupo in vista delle prossime elezioni.

Redazione

Contatti

redazione@collinedoro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK