Rimani sempre aggiornato sulle notizie di collinedoro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

A scuola di ricordi, “L’Arminuta” emoziona il nuovo “Frantoio delle idee” di Moscufo

| di Alessandra Renzetti
| Categoria: Cultura | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
printpreview

Moscufo prosegue nella presentazione al pubblico del nuovo centro nevralgico della cultura pescarese, il simbolico Auditorium “Frantoio delle idee”, alle porte del paese li dove un tempo sorgeva un vecchio frantoio trasformatosi in un vero e proprio tempio della conoscenza, pronto ad accogliere appuntamenti ed ospiti di rilievo. 

Ed è così che sabato 11 maggio 2019 alle ore 18, anche la grande scrittrice di Arsita (Teramo), Donatella Di Pietrantonio, sarà presente con il suo celebre capolavoro “L’Arminuta” presso il nuovo “polo culturale” per presentare appunto quel libro che ha tanto fatto parlare di sé dopo aver vinto il famigerato Premio Campiello 2017.

Al centro di una serata organizzata e proposta da Mimmo Ferri in collaborazione con Cultur Moscufo e patrocinata dallo stesso Comune ci saranno l’eco di un richiamo alle origini, l’emozione di una storia d’amore, il senso di maternità, l’abbandono e i ricordi, vivi grazie alla presenza dell’autrice con la quale dialogherà la giornalista Alessandra Renzetti.  

L’appuntamento sarà animato ed impreziosito anche da momenti musicali a cura di Alessandro Cavallucci, Professore di chitarra e strumenti della tradizione popolare; inoltre a dar corpo alla genuina bellezza del libro, ci saranno delle letture affidate ai ragazzi delle scuole locali di Moscufo. 

“Sono onorato di portare e far conoscere in una nuova dimensione culturale, nel cuore di Moscufo nell’auditorium ‘Frantoio delle idee’ il romanzo “L’Arminuta”, una piccola perla nostrana: non è un caso, infatti che abbia vinto il Premio nazionale di letteratura Campiello 2017”.

Cosi commenta Ferri, invitando quanti vogliano conoscere questa nuova realtà e la stessa autrice di una meraviglia letteraria abruzzese a partecipare: “Si tratta di una storia avvincente, che tocca le corde più profonde dell’animo: una bambina restituita alla famiglia d’origine dalla zia, che lei credeva essere la propria madre naturale. Una figura femminile che soffre, sopravvive e che sa uscire vincitrice dalle difficoltà della sua storia”.

“Un libro bellissimo – conclude Mimmo Ferri - che commuove, che attrae e cattura. A dare voce alla serata saranno alcuni bambini della scuola elementare “Edmondo De Amicis”, ragazzi delle scuole superiori, ma soprattutto due mamme, che leggeranno alcune pagine del Romanzo”.

 

Alessandra Renzetti

Contatti

redazione@collinedoro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK