Rimani sempre aggiornato sulle notizie di collinedoro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Presentazione "Il silenzio del mare" - Siria, comprendere un genocidio

Martedì 15 maggio Asmae Dachan al centro commerciale L'arca di Spoltore

| di Alessandra Renzetti
| Categoria: Cultura | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
printpreview

L’ambasciatrice di pace Asmae Dachan presenta il suo libro sulla Siria presso L’Arca di Spoltore 

Il prossimo martedì 15 maggio 2018 alle ore 10 il Centro Commerciale L’Arca di Spoltore ospiterà un evento inedito: la giornalista professionista italo-siriana Asmae Dachan, infatti, presenterà il suo libro “Il silenzio del mare”di Castelvecchi Editore  creando l’occasione giusta per parlare della drammatica guerra in Siria che ogni giorno si palesa alle persone con cruente immagini e notizie frammentarie soprattutto attraverso i social.

Oltre ad Asmae Dachan, ambasciatrice di pace, ci sarà anche il giornalista siriano residente a Roma, Fouad Roueiha che sarà ulteriore testimonianza di questa drammatica situazione che coinvolge la Siria, paese martoriato dalla guerra. Ogni giorno i media di tutto il mondo dedicano grandi servizi ad una realtà molto complessa ed articolata: tante le responsabilità ma poche, al momento le soluzioni.

L’evento “Il silenzio del mare” – Siria, comprendere un genocidio, voluto fortemente da Renzetti Alessandra, quale giornalista e relatore, insieme al Centro Commerciale L’Arca di Spoltore e la libreria Giunti al Punto, e Carmine Giannandrea Editore si propone di coinvolgere soprattutto le scuole, perché “anche i più giovani devono conoscere”; saranno presenti infatti molti studenti, oltre a quanti hanno il desiderio di saperne di più proprio da chi la guerra l’ha vista e raccontata.

Il romanzo attinge alla drammatica realtà della guerra in Siria. Due fratelli, Fadi e Ryma, si uniscono al movimento pacifista che nasce segretamente nei campus universitari e che coinvolge giovani e lavoratori, e iniziano un impegno attivo per la difesa dei diritti umani, sognando che la Siria riacquisti la libertà e si affranchi dall'oppressione della dittatura. Ma il loro sogno svanisce in breve: scoperti e minacciati dal regime, sono costretti a fuggire dalla repressione che presto si trasforma in una feroce guerra, a cui si aggiunge l'orrore del terrorismo.

In questa realtà si intrecciano sentimenti contrastanti, odio, amore, paura che creano momenti di forte commozione.

“Noi siamo lieti di ospitare eventi nel Centro Commerciale – dichiara l’Ingegner Paolo Palombo – anche quelli che, come in questo caso, hanno lo scopo di trasmettere delle conoscenze ai giovani, in particolare. Quella della Siria è una realtà drammatica e molto attuale, che è importante capire attraverso chi la guerra l’ha raccontata”.

L’evento gode del patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale, della Provincia di Pescara, dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Pescara, dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione e Cultura del Comune di Spoltore, del Comune di Montesilvano, con il contribuito di SevenDays.Tv e Carmine Giannandrea Editore, ed è possibile grazie al Centro Commerciale L’Arca di Spoltore e la Libreria Giunti al Punto.

Alessandra Renzetti

Contatti

redazione@collinedoro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK