Rimani sempre aggiornato sulle notizie di collinedoro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Omicidio Neri: sono trenta le persone indagate

a seguito dei rilevamenti dei RIS si stringe il cerchio

| di Redazione
| Categoria: Cronaca
STAMPA
printpreview

Sono trenta le persone indagate al momento per l’omicidio di Alessandro Neri, il giovane di Villa Raspa di Spoltore, ucciso nei pressi del torrente Vallelunga lo scorso 5 marzo il cui corpo è stato ritrovato solamente tre giorni dopo.

Il nucleo investigativo dei carabinieri forti dalle analisi effettuate dai colleghi del RIS di Roma, in questi mesi hanno continuato incessantemente a lavorare cercando indizi sulle auto e sul posto del ritrovamento del corpo, visto che nel centro cittadino le telecamere non sono state per nulla d’aiuto.

Due sono gli indizi rinvenuti nel luogo del ritrovamento: un guanto in lattice e un accendino, è possibile che non hanno niente a che vedere con l’omicidio, ma gli esperti hanno analizzato a fondo i reperti.

Dati molto significativi sono invece rinvenuti dall’Opel Meriva sequestrata a Pescara Colli, bruciata e poi rottamata. Sono ben 30 i DNA rinvenuti dai RIS sull’auto, nonostante il rogo e la successiva rottamazione.

Nel Frattempo il movente pare chiaro agli inquirenti, che si sono concentrati sugli affari che il giovane intratteneva, soprattutto nel mercato delle aste immobiliari che lo vedevamo in affari con società specializzate, per compravendita di auto.

Redazione

Contatti

redazione@collinedoro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK