Rimani sempre aggiornato sulle notizie di collinedoro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Osvaldo “ Oswald” Zaffiri, eroe di guerra statunitense oroginario di Collecorvino

| di Geremia Mancini – presidente onorario “Ambasciatori della fame”
| Categoria: Storia
STAMPA
printpreview

Una storia di emigrazione abruzzese 

Osvaldo “Oswald” ZAFFIRI, seppe farsi onore durante la Seconda Guerra Mondiale , era originario di Collecorvino in provincia di Pescara. 

Osvaldo “Oswald” ZAFFIRI nacque a New York nel 1922 da Alfredo Oreste Cipriano (nato a Collecorvino in via Eolo, l’8 gennaio del 1895, da Andrea -“panettiere”- e Maria Di Marzio) e Amina Berenice Felicita CHIAVAROLI (nata a Collecorvino in via Cordacchio, il 23 novembre del 1895, da Vincenzo -“impiegato comunale”- e Rosa Mancinelli). Nel 1920 Alfredo e Amina decisero di rincorrere il “sogno americano”. Giunsero ad “Ellis Island” sul piroscafo “Madonna”. Alfredo e Amina ebbero cinque figli: tre femmine Norma, Rose A. (nacque a Philadelphia e visse a Clifton Heights. Si diplomò alla “South Philadelphia High School” nel 1948 e fu impiegata come assistente amministrativo per Contea di Delaware dal 1977. Morta il 10 giugno del 2014) e Mary e due maschi Fulvio “Phil” e appunto Osvaldo “Oswald”. Quest’ultimo durante la Seconda Guerra Mondiale fu inquadrato nella “11th Airborne Division” denominata “Angels”( formazione aerotrasportata dell’esercito degli Stati Uniti). Nel giugno del 1944 la 11th Airborne Division” fu trasferita nel teatro di guerra del Pacifico. Qui “Oswald” seppe coprirsi di gloria. Gli vennero assegnate una “Bronze Star Medal” (attribuita per atti di eroismo, di merito o di servizio meritevole in zona di combattimento), una “Purple Heart” (decorazione delle forze armate statunitensi assegnata in nome del Presidente a coloro rimasti feriti o uccisi mentre servivano nelle forze armate statunitensi) e altri riconoscimenti. Tornato dal conflitto mondiale venne inquadrato nella “Norfolk Naval Shipyard” ( il primo cantiere navale nella storia degli Stati Uniti) di Philadelphia dove lavorò per 30 anni. Sposò l’italo-americana Caterina Giannini. Durante la sua vita “Oswald” , ha vissuto a Philadelphia in Pennsylvania e Blackwood nel New Jersey. Il padre, Alfredo, morì nell’ottobre del 1966 e la madre, Amina, morì nel luglio del 1988. “Oswald” ha trascorso i suoi ultimi giorni nel “Cardinal Village Retirement Community” di Sewell nel New Jersey. E’ morto, a 96 anni, il 1 dicembre del 2018.

Geremia Mancini – presidente onorario “Ambasciatori della fame”

Contatti

redazione@collinedoro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK