Rimani sempre aggiornato sulle notizie di collinedoro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Pianella e gli scavi archeologici di Antonio De Nino

| di Alessandro Morelli
| Categoria: Storia
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

A Cepagatti sarà possibile visitare la mostra : “LA DONNA VESTINA, testimonianze dalla quotidianità”. Nella mostra sono esposti i frammenti decorativi di un antico “letto in osso” rinvenuto dall'archeologo abruzzese in territorio di Pianella, oggi conservati nel Museo Archeologico di Sulmona.

Venerdì 14 luglio alle 21,00,  presso la  Torre Alex del Castello Marcantonio, ci sarà l'inaugurazione della mostra archeologica “LA DONNA VESTINA, testimonianze dalla quotidianità”, con esposizione di reperti dal territorio vestino e precisamente di Cepagatti, Pianella, Vestea e Penne. 
L'inaugurazione sarà preceduta da un convegno di presentazione della Dott.ssa Maria Cristina Mancini.
L’evento è organizzato da Archeoclub d’Italia sede di Cepagatti, Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo in collaborazione con DiSPuTer - UNIVERSITÀ G. D’ANNUNZIO DI CHIETI-PESCARA, OP.EC.A (Operatori Economici Associati di Cepagatti), con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale, con il contributo della Fondazione Pescarabruzzo e del Castello Marcantonio, che ospita la mostra archeologica, convegni e laboratori. 

Il  Castello sarà aperto a visite guidate dalle ore 21,30 in poi , sabato 15 e domenica 16 luglio. Sempre nel Castello saranno ospitati dei laboratori di archeologia sperimentale.
“Sono molto contento di poter mostrare al pubblico qui a Cepagatti dei reperti di grande importanza  per il territorio. La collaborazione con le istituzioni è fondamentale così come il contributo di idee di tanti studiosi, appassionati e volontari dell'associazione. Inoltre per Pianella è possibile la nascita di un progetto di ricerca sulla figura di Antonio De Nino, con la collaborazione dello studioso Alessandro Morelli, che mi ha segnalato la notizia degli  antichi scavi dell'insigne personaggio pratolano. Siamo in presenza di un importante ritrovamento che testimonia la presenza dei letti in osso in Abruzzo, soprattutto nelle tombe a camera” spiega il presidente Claudio Giampaolo della  sezione  Archeoclub d’Italia di Cepagatti.
L'archeologo ed antropologo Antonio De Nino (Pratola Peligna, 1833 - Sulmona, 1907) condusse nel 1889 degli scavi archeologici in alcune contrade di Pianella. Con questa mostra finalmente è possibile riprendere gli  studi archeologici sul territorio pianellese tracciandone una mappa aggiornata per  un turismo culturale di qualità.
Un'occasione davvero speciale per riscoprire le fonti storiche e le bellezze archeologiche di Pianella e dei tanti paesi dell'area vestina.
E' possibile visitare la mostra fino al 20 agosto 2017. 


Alcune opere di Antonio De Nino:
Indice delle scoperte archeologiche comunicate alla R. Accademia de Lincei edite nelle Notizie degli scavi, Sulmona, Colaprete, 1902. 
Usi e Costumi abruzzesi, Firenze,  Barbera, 1879-1897.
Sommario dei Monumenti e degli Oggetti d’Arte,  Vasto, Tipografia Ed. L. Anelli, 1904.

Alessandro Morelli

Contatti

redazione@collinedoro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK